Utente 426XXX
Buongiorno. Posto il mio problema in questa sezione perchè sono una ragazza di 23 anni gravemente obesa e ho letto che la presenza di corpi chetonici nelle urine può essere dovuta a problemi di metabolismo o al diabete.
Giovedì ho effettuato le analisi del sangue e delle urine per un controllo a distanza di sei mesi da una mononucleosi che aveva sballato tutti i valori. Il sangue è a posto, emocromo, colesterolo, transaminasi, glicemia, tiroide sono nei limiti. Alcuni valori sono un po' più alti del dovuto (parlo di uno o due punti) ma mi è sempre stato detto che è per via del peso (VES e ALT). Il problema sono le urine, ecco il referto completo (fra parentesi metto i valori di riferimento).

Colore: giallo
Aspetto: limpido
pH: 5,5 (4,5 - 7,8)
Glucosio: <20 (<20)
Proteine: 10 (<20)
Emoglobina: <0,03 (<0,03)
Corpi chetonici: 20 (<5) H
Bilirubina: <0,2 (<0,2)
Urobilinogeno: 0,2 (<1,0)
Nitriti: assenti (assenti)
Esterasi leucocitaria: 1+ (assente)
Peso specifico: 1,031 (1,005 - 1,021) H


I corpi chetonici sono presenti in quantità maggiore rispetto al limite massimo, così come l'esterasi leucocitaria; il peso specifico è poco sopra il limite massimo. Sto seguendo da un paio di mesi una dieta ipocalorica in cui non manca niente (i grassi sono ridotti per la colecisti litiasica che ho) e faccio attività fisica quotidiana (almeno 1 ora di cyclette) e ho già perso molto peso (dopo le abbuffate dei mesi precedenti i primi chili erano semplici da perdere).
Chiedevo, in attesa di consultare il mio medico, a che cosa poteva essere dovuta la presenza di questi corpi chetonici, se magari è presente un'infezione urinaria (vista l'esterasi leucocitaria e visto un lieve bruciore che ogni tanto accompagna la minzione), se devo pensare subito al diabete nonostante la glicemia sia a posto oppure che altro. Se servissero altri dettagli chiedete pure, ho cercato di essere il più precisa possibile.
Vi ringrazio in attesa di una risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
i corpi chetonici derivano dal metabolismo dei lipidi, pertanto, è possibile che l’aumento riscontrato nell’esame delle urine sia ricollegabile al regine dietetico da Lei seguito (“….sto seguendo da un paio di mesi una dieta ipocalorica…”); Un aumento del ‘peso specifico’ delle urine, può corrispondere ad uno stato di disidratazione (beva non meno di 2 litri di acqua nelle 24 ore) mentre l’aumento dell’esterasi leucocitaria và considerato contestualmente ad altri valori (es. leucociti, nitriti) e non necessariamente è segno di infezione. Comunque, per ulteriori chiarimenti le consiglio di rivolgersi al Suo medico curante e/o dietologo di fiducia che ben conoscono la Sua anamnesi ed il Suo stato clinico.

Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli

[#2] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2007
Effettivamente bevo molto poco. Comunque mi sono rivolta al mio medico che mi ha prescritto un'urinocoltura per poi decidere sul da farsi.
Grazie mille, è stata molto gentile ed esaustiva!