Utente 838XXX
Buongiorno sono una mamma alla sua seconda gravidanza giunta alla 38^ settimana e da esami di routine di controllo è stato riscontato un valore di piastrine pari a 117. Su consiglio dell'anestesista che mi stava effettuando il controllo, ho ripetuto l'esame che è risultato questa volta pari a 109 (dopo 5 gg dall'esame precedente).
Allora, incuriosita, ho controllato i valori dall'inizio della gravidanza ed ho riscontrato che hanno subito, in questi mesi, un calo partivo da 167 fino ad arrivare a 109). Volevo sapere se era normale e se, magari in previsione di un cesareo, se il valore dovesse continuare a calare, ci possano essere problemi, se fosse il caso di fare una terapia per ristabilizzare il valore. Insomma sono un po' in pensiero! Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2012
Buongiorno,
Normalmente in gravidanza il numero delle piastine tende a scendere a causa dell'emodiluizione.
Ai valori attuali, se le piastrine sono normofunzionanti, non c'è alcun rischio.
La differenza fra 117 e 109 rientra nella normale variabilità dovuta al metodo di rilevazione.
Si affidi con fiducia alle valutazioni in merito che anestesista e ostetrico esprimeranno.

Cordiali saluti