Utente 161XXX
Gentili dottori
Ho 26 anni, lavoro sempre al pc..Ciclo regolare, corto ma puntuale.
Vi scrivo per chiedervi un parere per me molto importante visto che, dopo circa 2 mesi, non ho ancora trovato la soluzione ai miei disturbi.
Il primo di settembre di sera, ho notato un forte aumento dei miei battiti. Non ci ho fatto molto caso, visto che due anni fa il cardiologo mi aveva trovato un lieve prolasso dei lembi mitralici che, molto raramente, mi portava una leggera tachicardia che nel giro di poco passava. Quella sera però no, i battiti si sono mantenuti alti (95. 105) con una pressione che ,da alzata si aggirava intorno ai 103, e a letto circa 87/90, inoltre avvertivo pure una sensazione di pressione al petto, fitte tipo aghi. Il giorno dopo è proseguito questa tachicardia e il dolore.con battiti fino a 130. Cosi sono andata al pronto soccorso dove mi hanno fatto un elettrocardiogramma e le analisi. Da tutto questo non è stato rilevato nulla. A me comunque questi due disturbi continuavano. E continuano tutt’ora. Il giorno dopo sono andata dal mio medico che ha attribuito questi disturbi all’ansia e ad un reflusso gastrico. Mi ha dato medicinali omeopatici ma niente… I disturbi continuavano. Cosi sono andata dal mio cardiologo, altro ecg, tutto ok. La cosa diversa rispetto a tutto il resto è che questi battiti sono SEMPRE alti, non sono episodi,arrivano pure a 130 mentre mi vesto, 140 se salgo le scale, ma a riposo, a letto pure dopo 2 ore di letto immobile, sono sempre 110/118.Continuando , faccio le analisi per la tiroide questi i valori:
FT3 – 3,24 su 1,71/3,71
FT4 – 1,11 su 0,70/1,50
THS 1,28
Anticorpi anti perossidasi tiroidea - 269,59 su 0/6
Anticorpi anti tiroglubina 21,78 su 0/4,11
Faccio pure una ecografia alla tiroide dove si evince una piccola infiammazione. (piccole formazioni ipoecogene, piccole linfoadenopatie latero-cervicali, aspetto reattivo)
Vado da un endocrinologo ma mi dice che non ho nulla, solo una leggera infiammazione da curare in modo omeopatico. I miei battiti alti tutto il giorno continuano… il mio dolore al petto pure…
Cosi ritorno dal mio medico curante che mi fa continuare la cura per il reflusso…
Faccio pure una radiografia al torace… ma tutto ok!Ma un giorno di totale letto, al raggiungimento di 120 battiti ferma immobile (e non ansiosa né stressata) vado da un altro cardiologo che evince un problema costante di extrasistole e per i battiti mi da il Corlentor, una sorte di betabloccante associato a uso di gatorade.
Prendo mezza pillola la mattina e mezza la sera… e i miei battiti scendono a un battito normale 65/80 circa…
Prendo per 3 settimane il corlentor 5mg (Ivabradina), ma il 15 di ottobre mi dice di sospenderla cosi il giorno dopo metto l’eco doppler… Risultato BATTITO PIU ALTO 145/Piu basso 38.
Extra sistole un sacco di volte al giorno.
Mi continua a dire che ce gente che ci convive ogni giorno, che devo solo sopportare… Ma tutt’ora io ho questi disturbi… Ho battiti altissimi, fanno pure male al petto… Basta che mi muovo arrivano a superare i 120, me li sento, pure a letto.. Il petto mi fa male… Ho dolore.
Ma mi dicono di sopportare…
E’ da 1 settimana circa che non prendo più la pillola e non la voglio nemmeno prendere… perché non si è capito quale è il problema.
Non posso vivere cosi… con questi battiti alti ogni minuto della mia giornata.
Tra l’altro ho paura che sforzandosi cosi tanto il mio cuore si “spenga” prima del dovuto… Nemmeno a letto si abbassano i battiti.
Cosa devo fare?
Davvero la tiroide non centra nulla?
Mia madre è affetta da tiroide di hashimoto se può essere utile.
Tra l’altro io sono celiaca e porto la bilurubina alta dalla nascita e ultimamente (3/4 anni) la prolattina è sempre alta . Ultima analisi prolattina 38,28 ng/ml 4-30
Come mi devo muovere?
Tutti dicono ansia… ma non lo è… Non posso vivere cosi.
Ho sempre portato i battiti un po piu alti, ma non li sentivo, ora il dolore al petto è fastidioso, è un mattone sul petto.. Tipo adesso, sono al pc, ho dolore al petto e i battiti a 110.
Dimenticavo, la pressione la porto bassina da 110 a 80 con una minima da 60 a 40, spesso aumentano i battiti dopo i pasti, arrivano fino a 130… poi calano e restano tutto il giorno a 100-118
Spero che mi aiuterete davvero,almeno voi.. Non può un cuore correre cosi per tutto questo tempo. basta che mi muovo si alzano in maniera allucinante... e se sto a letto, anche ore di fila, non scendono sotto i 100. aspetto vs risposta....
Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
spesso purtroppo i soggetti affetti dalla Tiroidite di Hashimoto, come lei, associando un habitus caratteriale di tipo ansiogeno possono manifestare forme di tachicardia inappropriata o di vera e propria extrasistolia talora meritevole di una blanda terapia beta bloccante. A distanza, tuttavia, è deontologicamente vietato indicarle una qualsiasi tipo di terapia per cui dovrà riferirsi al collega che l'ha in cura. Utile inoltre anche un Holter ECG 24h.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,
Forse non ha letto per niente bene la mia storia... Ho detto che mia madre è affetta da tiroidite di hashimoto, NON IO... inoltre le ho pure detto di aver fatto gia un ecodoppler 24h . :/