Utente
buona sera a tutti,vi pongo il mio quesito:
Premetto che ho eseguito rm encefalica perchè cosi indicatami dal mio neurochirurgo.
Avverto vertigini e capogiri con disturbi della vista con frequenti mal di testa.
Referto:
Sistema ventricolocisternale in asse di normale morfovolumetria.Rare piccolissime immagini di ipersegnale nelle sequenze a lungo TR in particolare in corrispondenza di sostanza bianca sottocorticale frontale anteriore sinistra,minimi esiti gliotici riparativi aspecifici di sofferenza tissutale a verosimile base ipossico-vascolare.Non evidenti ulteriori aree di alterato segnale a carico delle strutture cerebrali.
Slivellamento della cisterna soprasellare all'interno della loggia ipofisaria ,moderatamente incrementato nel suo diametro antero-posteriore a configurazione di sella vuota parziale.
RM COLONNA CERVICALE
modesta protusione posteriore con minima accentuazione focale mediana c3-c4
protusione postero laterale e in parte intraforaminale destra c5-c6
Sono molto preoccupato soppratutto per il referto RM ENCEFALICA,perchè c'è la sella vuota,ho un tumore?
Alcuni giorni mi sento fiacco e stanco anche la mattina dopo aver riposato tutta la notte,premetto che sono un tipo ansioso.
Ho 33 anni non fumo e non bevo.Giusto per dovere di cronaca segnalo che dietro al collo nella parte alta ho una cisti tendinea dura al tatto controllatami 4 mesi fa.

[#1]  
Dr. Lucio Marinelli

24% attività
20% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Salve, il riscontro di sella vuota non è patologico, significa solo che l'ipofisi, una ghiandola alla base del cervello, che normalmente è posizionata nella sella turcica, è un po' più su. Cercherei piuttosto di capire meglio il riscontro di "Rare piccolissime immagini di ipersegnale nelle sequenze a lungo TR in particolare in corrispondenza di sostanza bianca sottocorticale frontale anteriore sinistra,minimi esiti gliotici riparativi aspecifici di sofferenza tissutale a verosimile base ipossico-vascolare" che all'età di 33 anni non dovrebbero esserci. E' iperteso, diabetico, dislipidemico o fumatore?
Lucio Marinelli
www.elettromiografia.net

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio innanzitutto per la celere risposta.Le posso dire che molte volte ho riscontrato un pressione un po' alta che alla mia eta' nn dovrebbe esserci soprattuto nei valori max.Intorno ai 140-135...ma purtroppo non la monitoro di continuo ma le posso dire che mi e' capitato speeso di rilevare questo innalzamento della pressione.Puo' essere segno di ischemia?

[#3]  
Dr. Lucio Marinelli

24% attività
20% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Guardi, prima di prendere decisioni o correre a conclusioni affrettate occorre guardare bene la RM encefalica, talvolta questi "esiti vascolari" riconducibili in effetti a piccole ischemie vengono sovrastimati. Faccia una visita neurologica e tenga sotto controllo la pressione; prima ancora di prendere medicinali cerchi di eliminare il sale dalla dieta.

Cordiali saluti
Lucio Marinelli
www.elettromiografia.net

[#4] dopo  
Utente
Aggiiungo anche che molte volte nella parte alta sx della fronte al tatto avevo..(ora da 2 mesi non piu) dolore al tatto o come posso meglio spiegare sensibilita' della parte....puo' la cosa essere correlata?non fumo...solo qualche bicchiere di vino rosso durante i pasti.

[#5] dopo  
Utente
Mi scusi gentilissimo dottore ho dimenticato di scrivere che soffro di sinusite frontale e maggiormente la narice sinistra e' sempre piu' "tappata" della destra...puo' essere correlato il referto con sforzi fatti per soffiare forte il naso e liberare le narici?Scusi se la domanda sembra molto stupida ma sono preoccupato per la mia situazione?Grazie ancora

[#6]  
Dr. Lucio Marinelli

24% attività
20% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Salve, escludo la correlazione tra la sinusite o lo sforzo di soffiare il naso e le alterazioni riscontrate alla RM encefalica; per quanto riguarda il dolore al tatto, si tratta di un sintomo difficile da spiegare durante la visita, si figuri per email!
Lucio Marinelli
www.elettromiografia.net

[#7] dopo  
Utente
grazie e mi scusi ancora per l'ingenuita' della domanda che gli ho posto in precedenza.Puo' il quadro diagniostico con adeguata terapia migliorare?Possono essere gli "esiti vascolari" a cui lei fa riferimento e come espressamente evidenziato nella RM causa dei sintomi che avverto?Possono essere riconducibili a vecchia data o addirittura alla nascita?cosa posso fare e cosa devo evitare?Sono un Sottufficiale della marina e la condizione fisica e' prioritaria per il lavoro che svolgo.

[#8]  
Dr. Lucio Marinelli

24% attività
20% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Salve, se davvero quelli refertati alla RM possono considerarsi piccoli esiti vascolari è necessario tenere controllati i classici fattori di rischio vascolari (ipertensione, diabete, fumo, dislipidemia, cardiopatie...), ma è anche necessario fare degli esami specifici per capire se ha altri fattori di rischio congeniti (es. alterazioni della coagulazione). Il tutto nell'ambito di una valutazione neurologica, come le dicevo.
Lucio Marinelli
www.elettromiografia.net