Utente
Buon pomeriggio.. da circa due settimane manifesto un problema. Ho già fatto una domanda a cui jo ricevuto risposte soddisfacenti. ( ve la ripropongo)
Buongiorno..agli inizi di ottobre mi era uscito qualcosa nell'orecchio, sono andato dal medico a farlo vedere e mi ha detto che non era un neo ma un'altra cosa da far vedere ad un dermatologo. Sotto la doccia questa specie di punto nero mi si è rotto ma non è uscito ne sangue ne pus.. nulla.. ho messo un po ' di cicatrizzante e sono tornato dal medico che mi ha detto di non aver più bisogno di visita. Il giorno dopo ho iniziato ad avvertire un senso di disagio nella parte sx della testa.. e preso dall'ansia ho iniziato a vedere su internet e ho visto che rompere un neo può provocare l'insorgenza di un tumore. Quindi ho iniziato a sentire oltre il disagio anche un prurito generale che coimvolgeva testa e volto.. preso dall'ansia sono andato al pronto soccorso e mi hanno visitato misurando pressione ( 85 - 140) e 67 frequenza cardiaca.. (19 anni). Non ho cefalea ne vomito ne vertigini.. mi hanno detto di stringere le mani probabilmente per verificare se avessi mani indolenzite ma riuscivo a farlo tranquillamente. La notte dormo malissimo, ho una paura incredibile di avere un tumore cerebrale e di morire. Stanotte ad esempio ho sognato di essere in guerra su su aereo da caccia e di sacrificarmi perché tanto sapevo che sarei morto di tumore. La sensazione di prurito è scomparsa, mentre è rimasta la sensazione di avere un formicolio/ brivido nella parte sinistra dell testa.. cosa posso fare? Tac? L'ansia può creare questa immaginazione ? Sono malato?


Bene.. tutto questo fino a venerdi.. mi sono sentito meglio e più rassicurato.. lunedì però un nuovo problema. La mattina torna questo fastidio cje che sembra come scendermi sullo zigomo ed aumentare la pressione dell'occhio sx.. il pomeriggio torno a casa e mi addormento. Al risveglio, con la luce drlla mia camera, noto che la pupilla dx è più grande della sx.. alla luce però rispondono allo stesso modo. Vado al pronto soccorso e effettuo una visita neurologica che mi doce che è tutto ok. Mi prescrive una rmn con mdc che effettuo l 11 novembre.. a volte noto cje le pupille sono uguali quando c'è molta luce. altre volte c'è differenza e la dx è più larga quando ad esempio la luce è poca. Posso avere qualche tumore? La notte mi capita di svegliarmi e non riuscire a riaddormentarmi subito.. e il sistema nervoso? Da cosa dipende? Io soffro do cervicalgia.. del resto mi sento benissimo.. corro salto faccio sport come sempre. .

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

sono stato io a rispondere a quella domanda.
Mi pare che la componente ansiosa nel Suo caso sia predominante.
Per quanto riguarda la differenza del diametro pupillare, mi pare che il neurologo del P.S. non l'abbia riscontrata. Anche se rare, esistono delle anisocorie temporanee.
In questi casi però la RM encefalica andrebbe completata con sequenze angio.
Ne parli col neurologo per vedere se lo ritiene opportuno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
C'è la possibilità che io abbia un tumore vero?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non pensi patologie importanti e stia tranquillo.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dottore.. stamattina ho notato che la pupilla più dilatata è diventata la sx.. può succedere una cosa simile ?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le avevo già detto, può raramente succedere un'anisocoria temporanea le cui cause sono sconosciute. La invito però a non fare riscontri da solo ma a farsi controllare dal Suo medico curante. Il neurologo infatti non ha riscontrato nessuna differenza di diametro.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Il neurologo mi ha fatto la visita di routine credo.. mi ha fatto mettere in piedi con le braccia distese, poi me le.ha fatte girare. . Ho chiuso gli occhi.. mi ha detto di portare l'indice sul naso.. e mi ha misurato i riflessi col martellerto.. ha detto che stavo benissimo.. mi ha prescritto una risonanza magnetica e delle analisi del sangue.. l 11 novembre andrò a farla.. speriamo bene. Del resto non ho altri sintomi.. dormo solo un po ' male la notte ma quello credo e spero sia pet l'ansia

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un neurologo generalmente valuta i diametri pupillari, fa parte dell'esame neurologico di base, anche se spesso il paziente non lo nota.
Stia tranquillo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Il neurologo mi ha fatto la visita di routine credo.. mi ha fatto mettere in piedi con le braccia distese, poi me le.ha fatte girare. . Ho chiuso gli occhi.. mi ha detto di portare l'indice sul naso.. e mi ha misurato i riflessi col martellerto.. ha detto che stavo benissimo.. mi ha prescritto una risonanza magnetica e delle analisi del sangue.. l 11 novembre andrò a farla.. speriamo bene. Del resto non ho altri sintomi.. dormo solo un po ' male la notte ma quello credo e spero sia pet l'ansia

[#9] dopo  
Utente
Ora si è rispostata... da cosa può dipendere ??

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non saprei dirLe, faccia solo una cosa semplice, si faccia controllare le pupille da un medico, esca e vada alla guardia medica.
Non stia però sempre a guardarsi, si fa venire l'ansia senza motivo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro