Utente 326XXX
Buongiorno,
e` ormai un mese che mi porto avanti una "brutta" congiuntivite.
L'8 ottobre scorso mi sono svegliata con gli occhi "appiccicati" da secrezione giallina. Sono andata la mattina stessa in farmacia e mi hanno dato il Tobral (l'unica altra volta nella mia vita che avevo avuto una congiuntivite con secrezione mi era stato dato sempre in farmacia il Tobral, confermato poi dal mio medico di base, e in due giorni ero guarita... c'e` da dire pero` che quella volta ero a casa in malattia con faringite e raffreddore e stavo anche assumendo Augmentin per la gola).
I giorni successivi la congiuntivite sembrava migliorata ma dopo una settimana mi sono svegliata nuovamente con secrezione e mi sono recata all'ambulatorio oculistico dell'ospedale di Monza. Sono stata visitata e mi hanno detto che ero in via di guarigione ma che dovevo cambiare collirio antibiotico ed usare Monoflox per 3 volte/di` per 5 giorni.
Con il monoflox sono leggermente migliorata ma ho comunque continuato a svegliarmi con un puntino di secrezione anche i giorni successivi. Ho quindi prenotato una visita oculistica e anche questo oculista mi ha detto che ero sulla via della guarigione e che potevo ormai mettere solo lacrime artificiali per tenere gli occhi idratati. Due giorni dopo mi sono svegliata di nuovo con secrezione piu` abbondante e l'oculista mi ha detto di ricominciare con il Monoflox e fare una cura di altri 7 giorni. La situazione e` rimasta abbastanza invariata, ho richiamato l'oculista passati i 7 giorni e mi ha dato il Nettacin.
Quest'ultimo antibiotico mi e` sembrato come acqua fresca.
Non so piu` cosa fare.
Di giorno tutto sommato sto abbastanza bene (mi bruciano un po' gli occhi, ma sto anche 10 ore al giorno al video-terminale per colpa del mio lavoro) mentre all'inizio stavo abbastanza male anche di giorno, con sensazione di sabbiolina negli occhi.
Pero` continuo a svegliarmi con un "pallozzo" di secrezione gialla da entrambi gli occhi e questo non mi sembra normale.
Cosa devo fare?
Cambio oculista? Torno dallo stesso e insisto per farmi fare un tampone?

Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Daniele Di Clemente
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
si, penso che sottoporsi ad un esame microbiologico del sacco congiuntivale sia opportuno , al fine di selezionare l'eventuale agente patogeno resistente a tali terapie antibiotiche.
Inoltre non sottovalutertei una eventuale virosi, con interessamento corneo congiuntivale , spesso da virus APC8, che si associa a disturbi di tipo faringitico, raffreddori, ingrossamento dei linfonodi latero cervicali, ecc.
Cordialità
DDC
[#2] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore,
cordiali saluti,
Sara Vigano`