Utente 793XXX
Salve,prima di esporre il mio problema volevo complimentarmi alla grande con gli ideatori e medici di questo sito!.E’ davvero un ottimo mezzo di conoscenza e prevenzione.Ho 20 anni,non ho mai sofferto di nessun problema per quanto riguarda frenulo corto o fimosi,però dopo avere avuto diversi rapporti sessuali e tentato un rapporto anale con la mia ragazza si è rotto il frenulo.All’inzio solo parzialmente ma dopo continuando ad avere vari rapporti,i quali all’inizio erano molto dolorosi il frenulo si è quasi del tutto rotto,inoltre usando il preservativo non sentivo nessun tipo di brucioreo dolore. Durante il periodo in cui ho avuto questi problemi sul frenulo ho applicato della crema idratante (A consigliarmi fu un mio amico che ebbe in passato pure lui questo problema)la crema doveva rendere più elastico quel pezzettino di frenulo che era rimasto quindi doveva facilitarne la rottura completa. Ho applicato la crema x quasi un mese e sembrava che funzionasse o almeno era un fatto psicologico!. Adesso non ho una rapporto sessuale da quasi 4 mesi e mi sono accorto che ho un problema di parafimosi,almeno in base a quello che ho letto su internet le problematiche e gli aspetti del mio problema rispecchiano proprio questo disturbo. Quando il pene è a riposo riesco tranquillamente a scoprire del tutto il glande ma durante un erezione devo fare forza con un conseguente dolore,ma comunque dopo un po di pressione riesco a scoprirlo e coprirlo quasi tranquillamente. Volevo sapere come posso risolvere questo problema, soprattutto quello strozzamento sotto il glande… sono terrorizzato a effettuare una circoncisione e spero che si possa risolvere il problema applicando delle creme adeguate(quali?) o con un piccolo intervento chirurgico,ma non una circoncisione!!. Da quello letto la causa del mio problema deriva a ripetute infiammazioni che ho avuto in questi mesi su questa parte del pene, quindi non dovrebbe essere un problemone!.Ringrazio tutti voi medici per l’attenzione rivolta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Lei all'inizio della Sua storia non aveva nulla. Poi si è lacerato il frenulo. Bastava un piccolo intervento ambulatoriale in anestesia locale e la plastica del frenulo avrebbe risolto tutto. Seguendo i consigli di un amico, che di certo Le vuol bene ma non quanto dovrebbe volergliene il Suo medico di fiducia, si è passati ad una infiammazione della zona, direi una balanopostite che, ovviamente ha interessato anche il prepuzio... restringendolo. Morale della favola, ora Lei ha una fimosi. Non Le consiglio di esagerare nello stirare la cute del prepuzio, perchè potrebbe davvero subentrare una parafimosi che è una complicanza da Pronto Soccorso. In pratica l'anello di cute strozza definitivamente il glande creando seri problemi di circolazione e dolore intenso. Occorre intervenire d'urgenza.
Per concludere, non perda ulteriore tempo prezioso e non faccia complicare ulteriormente le cose. Si faccia vedere da un Medico di fiducia. Credo che una volta spenta l'infiammazione, si possa decidere che fare.
Peccato Lei risieda così lontano da Roma.
Affettuosi auguri per tutto e un consiglio: si trovi un medico per amico!
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO