Utente 730XXX
Salve, sono un ragazzo gay di 20 anni, da circa 2 anni sono fidanzato con un ragazzo. i nostri rapporti sessuali sono sempre protetti per una questione di igiene e di sicurezza. Ciò che mi spinge a consultare qualcuno è la mia paranoia sull'aids. Da sempre Aids = gay. Ultimamente ho letto molto, sono ben informato sul virus, e sinceramente da quando ho rapporti non ho mai avuto nessun tipo di sintomo: perdita di peso, ghiandole gonfie, diarrea corina, febbre... anzi per di più in familia negli ultimi mesi di inverno, mio fratello ha avuto la rosolia che io non ho preso pur restando a stretto contatto. Non ho mai avuto rapporti anali non protetti, solo qualche rapporto orale ma mai completo... La cosa che mi spaventa e l'aver saputo che le afte o ulcere orali possono essere un allarme. Io ne soffro parecchio da forse un paio d'anni, sia per la masticazione molto stretta che spesso mi porta a tirare dei morsi in bocca, sia per il vizio delle dita in bocca che porto avanti da bambino... ma queste afte delle volte guariscono sole delle volte guariscono con CORTIFLUORAL in pochi giorni. Posso essere considerato un soggetto a richio in base a quanto raccontatovi? rispondere cordiali saluti
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente i rapporti protetti con un profilattico integro da principio a termine non sono a rischio HIV. I rapporti orali sebbene basso possono esporre a rischio HIV. Riguardo le afte le consiglio di far valutare il problema all'odontoiatra, insulti cronici della mucosa possono aumentare il rischio di patologie neoplastiche della mucosa orale.
[#2] dopo  
Utente 730XXX

Iscritto dal 2008
mi perdoni dottore ma riguardo le afte non ho ben capito il suo consiglio. Per quanto riguarda l'HIV lei escluderebbe un contagio, anche perchè ripeto i miei comportamenti sono sempre stati sicuri e non ho avuto alcun sintomo, anzi... Posso considerarla un ipocondria riguardo l'HIV?
[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Riguardo le afte le consiglio di far valutare l'occlusione dentale, cioè il "morso" all'odontoiatra, poichè le cause di ferite croniche dei denti sulla mucosa vanno corrette. Riguardo i rapporti ribadisco ciò che ho scritto. Mi sembra però di capire che lei ha avuto rapporti orali non protetti, questi sebbene basso,sono ugualmente a rischio.
[#4] dopo  
Utente 730XXX

Iscritto dal 2008
So che i rapporti sono a basso richio, ma posso dire che i rapporti orali che io ho avuto non sono mai stati completi,delle volte neanche lunghi, quindi non favorendo alcun tipo di fuoriuscita.Nell'arco di due anni oramai non ho mai avuto alcun sintomo speficifico o aspecifico della malattia, ma neanche problemi di salute. anzi ultimamente sono stato a stretto contatto con persone influenzate in vario genere, ed in particolare con persone affette da rosolia, e pur a stretto contatto non ho avuto alcun contagio. Potrebbe essere solo una mia ipocondria?
[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente il fine del forum non è avere rassicurazioni ad ogni costo dai medici; se lei è ipocondriaco o meno non posso saperlo poichè non la conosco, e non mi permetto comunque un parere psicologico su di lei; la mia posizione sull'eventuale rischio la ho già esposta nei post precedenti con molta chiarezza. Sappia che il completo benessere non è comunque garanzia di sieronegatività, tale certezza è solo laboratoristica.