Utente 341XXX
Buonasera.
Ieri ho fatto la semestrale visita dermatologica di controllo poichè ho moltissimi nei sul corpo. Il mio dermatologo mi ha consigliato di togliere un neo (ne ho tolto un altro pochi mesi fa), che ha classificato come nevo di Reed, per stare sicuri. Ho chiesto delucidazioni, se pensava fosse un melanoma e mi ha risposto di no, ma che può succedere che per questo tipo di nevo il melanoma sia una diagnosi differenziale. Mi ha tranquillizzata dicendo che è una precauzione, che non c'è neanche fretta di procedere, e che preferisce che lo tolga perchè sono giovane ed è meglio non rischiare. Sono andata a casa relativamente tranquilla ma poi ho fatto il classico errore: ho aperto la pgina di google ed ho letto tante cose sull'argomento.
Poichè ho letto che comunque non si vede dall'esame con epiluminescenza se questo tipo di nevo è un melanoma nascosto, perchè il dermatologo si mostrava così tranquillo? Secondo le vostre esperienze, in che percentuali un nevo inizialmente classificato di Reed si è rivelato altro? Ci tengo a specificare che il nevo in questione ha lo stesso aspetto e le stesse dimensioni da anni, (0.5x0.5mm), e non ho mai notato evoluzioni od altro. Però quanto leggo, cioè di diagnosi inizialmente fatte come nevo di Reed che poi all'esame si sono rivelate melanomi mi sta salendo l'ansia. Detto questo, ho già prenotato per l'escissione tra due settimane, ma non riesco a tranquillizzarmi, visto che anche l'ultimo nevo tolto stava diventando pericoloso.
Vi ringrazio dell'attenzione, e spero che mi possiate dire qualcosa anche se so che così a distanza è difficile, ma comprenderete la mia ansia.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Carissima

comprendo molto bene la sua ansia ovviamente da quello che leggo non ci sono gli estremi per essere così ansiosi!
Asportare un neo che può presentarsi con piccole alterazioni demoscopiche è una pratica normale e che tutela la nostra salute al 100% : sappia inoltre che anche in occasione di alterazioni importanti l'asportazione precoce salva sempre la vita!

Spero di averla incoraggiata!
Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 341XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno di nuovo,
ho ritirato l'esito dell'esame istologico questa mattina, ed il dermatologo mi ha rassicurata dicendo che era un nevo a rischio, ma che è tutto ok.
Però, visto che mi piace comprendere le cose, posso chiedere delucidazioni sulla diagnosi istologica?
C'è scritto: nevo melanocitico composto lentigginoso iperpigmentato; la lesione è segnalata macroscopicamente sul margine del frammento.
L'altra volta invece c'era scritto margini lesione negativi.
E' solo per una mia maggiore comprensione dell'esito. Vi ringrazio molto!
Saluti!
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
La lettura dell'esame che riporta descrive una lesione pigmentaria assolutamente benigna!

cari saluti