Utente 353XXX
Buongiorno,
Mi scuso per la domanda che può sembrare strana. Vorrei comprendere il metodo assoluto per verificare una compatibilità genetica in una relazione di paternità.
Oggi sembra così banale leggendo anche i giornali ma per me che vivo questa vicenda non voglio affidarmi al classico test con eventuali calcoli matematici che non danno il risultato assoluto.
Che analisi mi consigliate? Grazie per la cortese risposta
[#1] dopo  
Dr.ssa Stefania Zampatti
32% attività
8% attualità
12% socialità
GENZANO DI ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Caro utente,

il metodo che lei definisce assoluto è in realtà un metodo statistico. L'affidabilità del test si basa su specifici calcoli che hanno portato le società internazionali a stabilire quali punti del DNA debbano essere indagati per accertare la compatibilità biologica tra due individui. Un test di compatibilità biologica è affidabile ed attendibile nel momento in cui il laboratorio che effettua il test segue gli standard internazionali di genetica forense.

cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
Gentilissima dottoressa la ringrazio per la sua risposta. Come avrà avuto modo di vedere ho chiesto anche nella sezione di medicina legale. Onestamente, da profano, ho grazie a voi trovato alcune risposte ma la situazione non mi è del tutto chiara. Ho contattato alcuni centri in questi giorni ma sempre le risposte sono vaghe a mio avviso. Magari è un argomento ancora nebuloso e quindi ciò che è chiaro per i tecnici lo è meno per gli utenti. Effettivamente il mio assoluto non faceva riferimento a calcoli statistici (anche se scelti dalla comunità internazionale) ma cercava proprio di escluderli. Chissà perché se si pensa all'analisi biologica genetica si intende qualcosa di certo e non di approssimativo come sto comprendendo. O come anche sottolineato dal suo collega che possono dare falsi negativi o positivi.
Quindi se dovessi scegliere di svolgerlo, l'esito sarebbe una indicazione di massima ? E converrebbe sempre ripeterlo per avere almeno una indicazione sicura?
Grazie
[#3] dopo  
Dr.ssa Stefania Zampatti
32% attività
8% attualità
12% socialità
GENZANO DI ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Caro utente,

la ripetizione di un test genetico non è mai una buona scelta, in quanto il nostro DNA si forma nel momento in cui veniamo concepiti e non varia nel corso della vita. Per questo, lo stesso test genetico eseguito sulla stessa persona darà sempre lo stesso risultato. Il concetto di certezza assoluta in medicina non esiste, la certezza che viene fornita nei test di accertamento parentale è una probabilità molto prossima al 100%, ma che (per la natura del test) non viene mai raggiunto. Il concetto di falso positivo e falso negativo, per quanto riguarda questa specifica tipologia di test, è molto relativo, in quanto varia considerevolmente sulla base del tipo di analisi che viene effettuata dal laboratorio. Le suggerisco di richiedere una consulenza genetica al laboratorio in cui intende effettuare il test e richiedere direttamente a loro le specifiche dell'analisi, per essere certo della qualità del test.

cordialmente
[#4] dopo  
Utente 353XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio della cortesia dimostrata. Seguito il suo consiglio sperando di fare una buona scelta.
Cordiali saluti