Utente 367XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 29 e, ipotiroidismo a parte tenuto sotto controllo costantemente, non ho altri problemi di salute.

Un mese fa mi è venuta una semplice influenza quindi raffreddore faringite e febbre, che la dottoressa mi ha curato facendomi prendere tachifludec e froben spray. Poichè la tosse era insistente e secca, essendo una costante nei miei stati influenzali, ho preso di testa mia lo sciroppo Seki.
Comunque sono stata a casa 3 giorni e un pomeriggio dopo aver riposato, mi sono svegliata con l'occhio sinistro che spurgava muco giallo/verdognolo. Sono andata in farmacia che mi ha dato da mettere il collirio Tobral. Dopo qualche giorno che l'occhio sinistro pareva guarito, malgrado fossi stata attenta si contagia il destro e si ricomincia.... morale metto il Tobral per quasi due settimane che però ormai non mi dà più nessuno sollievo quindi mi decido a recarmi dall'oculista che mi diagnostica una congiuntivite allergica. Mi dà da mettere il Netildex per 10 giorni e poi il Ketoftil che però non mi dà un particolare sollievo... gli occhi al mattino sono rossissimi e un pochino impastati. Quando metto il collirio si sbiancano un po' anche se mi rimangono le venuzze in evidenza, ma sento che non sono a posto senza contare che comunque durante la giornata tendono a lacrimare.

In tutto questo aggiungo che probabilmente la mia influenza non è guarita del tutto, perchè sento sempre come del muco in fondo al palato, e da qualche giorno ho fastidio all'orecchio e ieri c'era la ghiandola del collo che doleva.... può essere collegato il tutto?
Passerà mai questa congiuntivite allergica? considerato che io non ho allergie anche se è capitato anni fa qualche episodio di congiuntivite allergica che però col Netildex è guarita senza problemi...

Dimenticavo, indosso abitualmente lenti a contatto semirigide alle quali ho sempre dedicato la manutenzione appropriata quindi detergenti e conservanti appositi e mensilmente pulizia enzimatica con le pastiglie. Ovviamente da quando ho la congiuntivite non le metto anche se l'oculista mi ha detto che essendo allergia posso comunque utillizzarle...

Chiedo scusa se sono stata prolissa e ringrazio anticipatamente chi mi risponderà.

buona giornata
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
io penso davvero che lei debba fare un RESET di tutto

probabilmente ha una congiuntivite da corpo estraneo
le bolle , l’ipertrofia della mucosa papillare tarsale e’ simile alla congiuntivite allergica , ma le bolle
sono molto più’ piccole e regolari.

SUE AFFERMAZIONI
.... sono stata a casa 3 giorni e un pomeriggio dopo aver riposato, mi sono svegliata con l'occhio sinistro che spurgava muco giallo/verdognolo. Sono andata in farmacia che mi ha dato da mettere il collirio Tobral. Dopo qualche giorno che l'occhio sinistro pareva guarito, malgrado fossi stata attenta si contagia il destro e si ricomincia.... morale metto il Tobral per quasi due settimane che però ormai non mi dà più nessuno sollievo

risposta
la terapia medica la prescrive il MEDICO
il medico di base o il medico oculista le avrebbero sicuramente spiegato che la TERAPIA MEDICA va generalmente fatta in entrambi gli occhi.
la tobramicina in collirio e’ nota da molto tempo ed i CEPPI BATTERICI resistenti sono davvero tanti (gran positivi secrezione catarrale giallo verdognola)


sue affermazioni
In tutto questo aggiungo che probabilmente la mia influenza non è guarita del tutto, perchè sento sempre come del muco in fondo al palato, e da qualche giorno ho fastidio all'orecchio e ieri c'era la ghiandola del collo che doleva.... può essere collegato il tutto?
Passerà mai questa congiuntivite allergica? considerato che io non ho allergie anche se è capitato anni fa qualche episodio di congiuntivite allergica che però col Netildex è guarita senza problemi..

risposta
a mio parere ha avuto una FEBBRE ADENO FARINGO CONGIUNTIVALE virale APC
si legga se può’ un mio articolo su medicitalia
A mio parere lei non ha una congiuntivite allergica
E’ impossibile una allergia a Novembre o Dicembre
lei ha una congiuntivite cronica da corpo estraneo (lenti a contatto)
che naturalmente trova giovamento da un COLLIRIO cortisonico + antibiotico
mentre non migliora con un semplice collirio anti infiammatorio a base di chetochifene ...


sue affermazioni
...indosso abitualmente lenti a contatto semirigide alle quali ho sempre dedicato la manutenzione appropriata quindi detergenti e conservanti appositi e mensilmente pulizia enzimatica con le pastiglie. Ovviamente da quando ho la congiuntivite non le metto anche se l'oculista mi ha detto che essendo allergia posso comunque utillizzarle...

risposta
non credo affatto che lei possa utilizzare LENTI A CONTATTO
le ripeto che lei ha verosimilmente una congiuntivite cronica da portatore di lenti a contatto
e gli esiti recenti di una congiuntivite virale con sovrammissione batterica
butti via tutto liquidi conservanti
etc etc


buona giornata


[#2] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno dottore grazie per la risposta! Volevo precisare che dal momento in cui ho questa congiuntivite ho abolito le Lac quindi è ormai un mese che non le porto..
Comunque ieri sera sono tornata dal mio oculista il quale mi ha ribadito che è allergia e che purtroppo sta avendo molti casi come il mio... mi ha dato il Visucloben per 7/10 giorni come fase di attacco e poi il Tilavist come mantenimento aggiungendo che posso provare con degli antistaminici x bocca se riesco a sopportarli..

Non so che pensare....in ogni caso lascio passare le feste sperando che questa cura sia efficace e ovviamente senza usare le lac e se dopo le feste le cose non migliorano mi farò vedere da un altro medico...
vedo che lei è di Milano, se è d'accordo, la importunerò di persona

Grazie nuovamente

[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Gentile Signora
La visito volentieri quando vuole
Lei non disturba mai
buona serata