Utente 393XXX
Gentili dottori, soffro da anni di spotting postmestruale e nessuno ginecologo e' mai riuscito a darmi una spiegazione valida. Ho un ciclo regolare di 5 gg a cui segue spotting per 1 settimana dopo solo 3/4 giorni dalla fine del ciclo. ho fatto numerosi papatest uno dei quali (2013) segnalava la presenza di cellule ghiandolari atipiche. Per questo motivo sono tutt'ora sotto controllo e dopo un LLETZ con biopsia e' risultato la presenza di iperplasia microghiandolare. I seguenti pap test sono risultati nella norma, cosi come le ecografie che evidenziavano alcune cisti funzionali proprio durante lo spotting. Nel 2011 avevo fatto anche un'isteroscopia dove risultava tutto ok ma con questa frase (traduco dall'inglese) nonostante ci si aspetti un aspetto polipoidale una porzione e' formata da elementi ghiandolari molto allungati e vascolarizzazione stromale che suggersice la formazione di un polipo.
Ora, nelle seguenti ecografie nessun polipo e' mai stato visto e non so se questa definizione si possa applicare alla iperplasia microghiandolare. ho avuto de parti, naturale nel 2006 e cesareo di emergenza nel 2008. da li lo spotting e' iniziato pochi giorni dopo le mestruazioni e dura 1 settimana. Sono anni che giro a vuoto. Confido in una vostra gentile risposta.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Io le avrei consigliato a scopo terapeutico una pillola estroprogestinica , per azzerare la situazione endometriale.
La diagnosi di polipo non è ecografica , ma isteroscopica.
Il collo uterino viene implicato quando ci sono perdite post-coitali o in caso di perdite non correlate ad un fatto ormonale come nel suo caso.
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo Dott. Blasi, la ringrazio per la risposta. Provvedero' a farmi prescrivere la pillola. Nel caso, questa puo' interferire con il risultato dei futuri pap tests e/ o provocare atipia/ iperplasia microghiandulare?
Essendo all'estero mi saprebbe indicare nomi di pillole adatte o il principio?
Ancora grazie per l'aiuto.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Ultima cosa ma secondo me molto importante: durante l'eco transvaginale lo spessore dell'endometrio era compatibile con ovulazione. Quando Lei dice " azzerare la situazione endometriale" e' perche' pensava che avessi endometrio ispessito? quando ho scritto iperplasia microghiandolare non sono certa se si riferisse all'endometrio o alla cervice in quanto nella stessa seduta avevano eseguito 2 biopsie: cervicale ed endometriale ma non mi e' mai stato detto a cosa l'iperplasia si riferisse. Le eco non hanno mai evidenziato nulla. Purtroppo in Uk non spiegano molto e il ginecologo mi ha proposto l'ablazione dell'utero per non avere piu' quest problemi. Misura che mi sembra eccessiva.
Ancora grazie per la cortesia e se mi rispondesse a questa mia domana circa l'azzerramento, ne sarei veramente grata.

Saluti