Utente 161XXX
Buongiorno,
in data 24 novembre è avvenuto un contatto tra me e il mio ragazzo che crea in me dei sospetti, forse infondati.
Eravamo in fase preliminari, io sopra di lui e ci stavamo strusciando. Non avevamo intenzione di passare al rapporto completo, poiché sprovvisti di preservativo, però c'è stata una sorta di "penetrazione" minima. Lo metto appositamente virgolettato, perché, sinceramente non so nemmeno se sia corretto chiamarla così, dal momento che il suo pene era a contatto con le mie labbra e ha spinto un pochino, ma non è entrato a detta di entrambi. Si è trattato di qualche secondo e non si è trattato di una vera penetrazione. Poco dopo abbiamo terminato il rapporto oralmente.
Il mese scorso ho avuto il ciclo attorno al 3-4 novembre, io sono abbastanza irregolare e al momento non mi sono ancora arrivate. Da domenica, però, quando mi pulisco, trovo sulla carta igienica del sangue, come se stessero per iniziare, ma nulla. Io ora sono un pochino in ansia e sto iniziando a farmi le paranoie, al contempo mi sembra strano che possa essersi instaurata una gravidanza in questo modo e cerco di stare tranquilla.

In attesa di una Vostra gentile risposta, porgo distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si tratta di stabilire se del liquido preiaculatorio( che non sempre contiene spermatozoi ) sia venuto a contatto della vagina .
Questo è il dilemma che si pone con il "coito interrotto" , e per questo motivo è veramente difficile esprimere un giudizio netto e deciso, perchè presenti numerose variabili.
SALUTI