Utente 399XXX
Salve,
sono Viola,ho 22 anni ed ho bisogno di un consiglio.
La notte tra il 28 e il 29 dicembre io e il mio ragazzo abbiamo avuto un rapporto sessuale,dove,ahimè,il preservativo si è sfilato.
Spiego,è stato proprio "inglobato",infatti ce n'è voluto per capire dove fosse finito,e alla fine l'abbiam trovato.Quindi,in poche parole,abbiamo fatto sesso per buoni 5-6 minuti senza preservativo e non ce ne siamo proprio accorti.Premetto però che l'eiaculazione non è avvenuta all'interno della vagina,è avvenuta molto dopo all'esterno,di solito sono abbastanza esigente su questo,anche con il preservativo,non voglio che eiaculi dentro.
Purtroppo eravamo in vacanza all'estero e non sapendo come muovermi,appena tornati in Italia,il 30 mattina,sono corsa in consultorio e alle 12:00 circa ho assunto Norlevo.
Premetto che mi è già successo purtroppo di assumere Norlevo 2 anni fa,ma all'epoca ero un'incosciente e ho praticato (per la prima ed ultima volta) il coito interrotto.La assunsi praticamente 14-15 ore dopo,ed ero in fase pre-ovulatoria,ma questa volta è diverso.
Per fortuna segno sempre il mio ciclo in un'applicazione per smartphone,quindi sono sicura che le mie mestruazioni sono arrivate il 13 dicembre e son durate più o meno fino al 17 ed ho un ciclo incredibilmente preciso,ogni 28 giorni ho le mestruazioni; inoltre,la mia "previsione ovulatoria" era il 27,ma io di solito sento sempre dei dolori al basso ventre quando ovulo e questa volta era avvenuta (sempre in teoria,so che non è mai precisa al 100%) il 26 mattina,con dolori simil-preciclo e perdite filamentose,quindi sempre in TEORIA quando è avvenuto il rapporto la mia fertilità era alquanto bassa (suppongo).
La prima volta che ho assunto Norlevo ricordo che ebbi perdite ematiche circa 8-9 giorni dopo e poi il regolare ciclo con 5 giorni di ritardo,questa volta non ho nessuna perdita,solo tanto spotting e dolori al basso ventre con un pò di mal di schiena.
La ginecologa mi ha detto che dovrei stare abbastanza tranquilla perchè l'ho assunta 36 ore dopo circa,idem alcune ragazze che l'hanno assunta tempo addietro con assenza di perdite ematiche.
C'è grande rischio che io sia incinta nonostante Norlevo?
Grazie in anticipo per la risposta.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per correttezza di informazione deve sapere che se si somministra il NORLEVO ad una donna che supera i 75 kg l'effetto contraccettivo è ridotto o nulla come emerge da questa nota AIFA:
http://www.medicitalia.it/news/ginecologia-e-ostetricia/5166-novita-contraccezione-emergenza-pillola-giorno.html
Il comportamento è stato corretto , ma avrei preferito la pillola ELLAONE.
In caso di ritardo deve eseguire un test di gravidanza.
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimo dottor Blasi,
la ringrazio in primis per la risposta.
Questa cosa del peso io non la sapevo! Eppure sono andata in consultorio ed ho parlato con una ginecologa la quale mi ha prescritto Norlevo,nonostante le avessi chiesto quale ritenesse più opportuna tra quest'ultima ed EllaOne.
Ad oggi,ho dolori ovarici,mal di schiena e perdite bianche,secondo lei quanta probabilità c'è di essere incinta?
Sono molto in ansia...
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' impossibile in questi casi definire con precisione delle percentuali di rischio.