Utente 811XXX
Cari Dottori,
mi chiamo Michele 42 anni,sofferente di grave osteoporosi e da diversi mesi( circa 7) anche di notevole dolore a livello sacrale,irradiato anche al gluteo sinistro.Tale dolore praticamente dura tutto il giorno e non migliora con particolari posizioni.Ho eseguito pertanto una RMN lombo sacrale di cui vi leggo il referto.
Indagine condotta con tecnica Spin Echo e STIR
Rachide lombare in asse nelle condizioni di studio,con lordosi fisiologica ridotta.
Fenomeni degenerativi degli elementi discali ai livelli L1-L2 ed L5-S1 in assenza di significative protrusioni degli stessi; in L1-L2 si accompagnano note spondilosiche.
Iniziali aspetti degenerativi anche a carico del disco in L3-L4 che mostra prolasso intraspongioso non recente nel contesto della emiporzione sinistra del piatto craniale di L4.
Canale vertebrale di ampiezza regolare.
Nei limiti,per morfologia ed intensita di segnale,il cono midollare e la cauda.
Vorrei chiederVi cortesemente in che condizioni si trova la mia schiena,perche mi sta rendendo la vita abbastanza difficile.
Cordiali Saluti
Michele

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La radiografia rappresenta solo un aspetto della Sua schiena. Per dire in che condizioni questa si trovi occorrono molti altri elementi (anamnesi, tipo di dolore, presenza di deficit della sensibilità - motilità -riflessi, ecc). Sarebbe come se guardando la foto (anzi, peggio, leggendone la descrizione) di uno sconosciuto, si potesse dire quali sono le sue condizioni. Detto questo, si può aggiungere che la Sua schiena ha problemi a carico di quasi tutti i dischi, anche se non vi sono ernie; che è presente artrosi soprattutto a livello L1-L2. Tra la 3^ e la 4^ vertebra una parte del disco è affossata nella superficie superiore sinistra della 4^: si chiama ernia di Schmorl e non ha nessun significato patologico. In più la curva fisiologica della colonna è ridotta rispetto al normale, e ciò può essere anche conseguenza della contrattura per il dolore.
La cosa più utile è rivolgersi a un Ortopedico o a un Fisiatra della Sua città: penso che con le cure mediche e fisiche possa risolvere i Suoi disturbi.
Spero di essere stato esauriente. Ci faccia sapere.
Umberto Donati
[#2] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
Egregio Dott.Donati,
grazie della esauriente risposta,volevo solo aggiungere che praticamente oltre al dolore al gluteo(senso di peso+dolore alla pressione)si sono aggiunti( non ci avevo mai dato peso)dei sensibili formicolii interno coscia sinistra e braccio sempre sx.I miei dolori generali sono piuttosto intensi ,non sono diminuiti con i piu comuni antifiammatori e sono presenti nonostante adesso prenda 18 gtt x 3 di tramadolo.Pensavo che la cura che sto facendo per l'osteoporosi( Nerixia f-Eurocal-Dibase)mi potesse dare dei miglioramenti ,ma purtroppo non e' cosi'!Spero solo di non avere fratture vertebrali,dopo quelle costali(una decina dall'inizio dell'anno).
Ringraziandola nuovamente per la gentilezza,le porgo i miei piu' cordiali saluti.
Michele