vista  
 
Utente 296XXX
Salve,
ho 28 anni e da quando sono adolescente, ogni giorno, passo molte ore davanti al computer.
Da diversi mesi, soprattutto in ambienti con luci artificiali, soffro di appannamento della vista guardando obiettivi non vicini.
In particolare mi sono accorto di questo disturbo giocando a pallone in notturna e guidando la macchina.
Per quanto riguarda il pallone, è calata addirittura moltissimo la sensazione di controllo sulla palla nei momenti in cui si corre senza guardarla.
Ho effettuato una visita da un oculista e mi ha diagnosticato un eccesso di convergenza, credo che il termine usato sia stato esoforia.
Mi ha spiegato la mia sintomatologia come un irrigidimento del sistema.
Nella classica visita con le letterine ho letto anche i 12/10, quindi, secondo lui è solamente un problema di messa a fuoco e non di mancanza della vista.
Mi ha sconsigliato anche l'uso di occhiali o lenti.
Prima, dopo ore davanti al pc, accusavo anche mal di testa.
Per diversi mesi ho svolto delle terapie con lui come esercizi con una pallina con delle lettere impresse sopra e l'uso di un macchinario in cui dovevo riuscire a sovrapporre due immagini diverse. Nel secondo esercizio facevo molta fatica.
E' riuscito a far andar via il mal di testa, ma l'appannamento da lontano e la mancanza di controllo durante le partite sono rimasti.
Essendo uno sportivo è per me un handicap molto fastidioso e difficile da accettare, tanto che ho smesso di giocare proprio per questo impedimento. Non riesco più ad avere controllo sul pallone.
Lui dopo un paio di mesi in cui non riuscivo ad ottenere ulteriori miglioramenti, molto onestamente, mi ha consigliato di aspettare qualche mese prima di tornare da lui.
Volevo sapere se esistono terapie per rimediare ai danni dovuti dall'uso del pc o se dovrei abituarmi a questa nuova condizione.
Grazie mille.
[#1] dopo  
412966

Cancellato nel 2016
BUONGIORNO.INTANTO LE COMUNICO CHE IL PC NON DETERMINA ALCUN DANNO ALLA VISTA E NEMMENO DETERMINA E PROVOCA LA INSORGENZA DI ALCUN DIFETTO VISIVO NE LA INSORGENZA DI MALATTIA OCULARE ALCUNA. IL PC PROVOCA CERTAMENTE UNO SFORZO ACCOMODATIVO DEI MUSCOLI OCUULARI PER VICINO AGGRAVATA DALLE LUCI ARTIFICIALI MOTIVO PER CUI SI CONSIGLIANO FREQUENTI PAUSE DALLO SCHERMO.LA VISIONE ANNEBBIATA PER LONTANO NON LA IMPUTEREI AL PC.VERIFICHI MEGLIO IL SUO STATO REFRATTIVO DA 2/3 OCULISTI DIVERSI UTILIZZI INTEGRATORI COMPLETI UTILIZZI COLLIRI A BASE DI LACRIME ARTIFICIALI ESEGUA ANCHE UNO SCHERMO DI HESS+VISITA ORTOTTICA PRESSO REPARTI OCULISTICI A LEI VICINI E MI FACCIA EVENTUALMENTE SAPERE DEL TUTTO.CORDIALI SALUTI.MANTOVA 16/09/216.