Utente cancellato
Gentili dottori ho 28 anni. Ho molta paura perché sabato scorso sono andato con alcuni amici ad una festa e siamo andati tutti con una macchina sola, un suv di un mio amico. La macchina è molto grande, può ospitare fino a 8 persone, e io e altri due miei amici ci siamo seduti proprio agli ultimi sedili, che di solito non vengono mai usati. Io ero seduto dietro proprio vicino a una bocchetta dell aria condizionata, che durante il viaggio è stata aperta per un bel po di tempo. Ho paura perché conosco il mio amico e so che certamente non ha MAI pulito o fatto revisionare l impianto e i filtri dell aria, ma soprattutto perchè i filtri in questione non vengono mai usati proprio perchè si trovano in fondo all'auto. Il mattino dopo (domenica, due giorni ieri) mi sono alzato con mal di gola e d orecchio oltre che il naso completamente chiuso. Oggi sono andato dal dottore che mi ha detto di prendere il cefixoral perché ho gola arrossata e orecchio infiammato. Non gli ho detto di questo particolare dell aria condizionata ma sto vivendo nel terrore di aver contratto qualche batterio pericoloso come quello della legionella o qualche altro batterio. So che il periodo di incubazione dura una decina di giorni e davvero ho una gran paura. Corro effettivamente qualche rischio? E nel mio caso l'antibiotico che sto prendendo potrebbe in qualche modo fungere da protettore? Grazie

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Lei si è "raffreddato" stando vicino alla boccchetta dell'aria condizionata.
O si è raffreddato contraendo un banale virus altrove.
Gli impianti di climatizzazione delle auto sono a rischio pressocchè nullo di diffusione di Legionella, che vive nell'acqua, proprio perchè per il raffreddamento non utilizzano acqua ma gas.
Si stima che una cospicua parte della popolazione abbia anticorpi anti L. contratta dall'inalazione di acqua potabile.
Peraltro, se i filtri fossero stati contaminati, con i finestrini chiusi anche se la sua bocchetta fosse stata disabilitata, lei la Legionella l'avrebbe presa ugualmente.
Per tale motivo si tranquillizzi e curi la Sua rinofaringite.
Se le verrà la Legionellosi conclamata non avrà difficoltà ad accorgesene per l'insorgenza di febbre elevata con brivido e forte cefalea orbitaria: la somministrazione di una associazione per es. Macrolide+Rifampicina risolverà rapidamente questa realmente improbabile evenienza.
In ogni caso faccia sempre riferimento al suo curante.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.