Utente 438XXX
Salve, ho effettuato un tampone e l'esito è stato negativo a tutto ma eccesso di lattobacilli ( ne ho assunti tramite integratore per paura di avere la candida) ora continuo ad avere alle volte prurito e le perdite sono diverse da prima.. più bianche più grumose ed hanno un sapore diverso più acido ( a parere del mio partner)
Vorrei sapere se ouo essere Candida non rilevata dal tampone o è una sintomatologia dell'eccesso di lattobacili?
Aggiungo anche che ho da qualche mese la cervice infiammata alle volte qualche traccia di sangue dopo i rapporti può essere anche questo a cambiare le mie perdite?
[#1] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Da quello che descrive potrebbe essere una sintomatologia legata a un eccesso di lattobacilli.

Le perdite di sangue che si verificano dopo i rapporti possono essere dovute a varie cause, più frequentemente da ectropion (piaghetta), polipi o infiammazioni del collo dell'utero.

Legga questo mio articolo per ulteriori informazioni sulle cause e i rimedi possibili in caso di perdite di sangue dopo i rapporti sessuali:
http://www.medicitalia.it/blog/ginecologia-e-ostetricia/2672-perdite-sangue-rapporti-sessuali-dipendono.html

Un caro saluto.
[#2] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Dimenticavo...per quanto riguarda i sintomi presumibilmente da imputare all'eccesso di lattobacilli, che può aver causato una citolisi di Doderlein o vaginosi citolitica, le suggerisco la lettura di questo mio articolo, dove potrà trovare informazioni sulle cause, la diagnosi e i rimedi per questo disturbo :

http://menopausaserena.altervista.org/citolisi-di-doderlein-vaginosi-lattica-o-candida-vaginale-.html

Si tratta di una situazione relativamente frequente, che quando diventa sintomatica, spesso viene erroneamente considerata come un'infezione dovuta alla candida e trattata con antimicotici, che ovviamente non hanno effetto perché non indicati.

Una corretta diagnosi e un trattamento adeguato, consigliato e monitorato da un ginecologo particolarmente attento a queste problematiche, risolve il problema.

Le auguro una buona serata
[#3] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio moltissimo. . E infatti la ginecologa mi disse che ho la cervice infiammata.. temevo fosse candida e che fosse un falso negativo il risultato del tampone proprio perché il sapore è proprio acido.. ho smesso di assumere i lattobacilli e vediamo se torna tutto nella norma.. devo ancora aspettare un mesetto per farmi rivedere dalla mia ginecologa per il discorso della cervicite
[#4] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Di nulla, è stato un piacere aiutarla.

Un caro saluto