Utente 443XXX
Salve gentili dottori, l'anno scorso in un momento in cui non so cosa mi abbia detto la testa, mi sono fatto fare un tatuaggio di grandi dimensioni e ad oggi posso dire di essere pentito percui sto seriamente pensando di rimuoverlo. La colpa è sicuramente mia, anche se il tatuatore ci ha messo del suo realizzandolo ancora piu grande e piu riempito di quanto lo volessi. Come ho detto il tatuaggio è veramente grande, si trova sulla gamba e parte dalla caviglia per arrivare quasi fino al ginocchio, quindi un altezza di circa 30cm o poco piu, prendendo tutta la parte esterna e buona parte del polpaccio. Per fortuna almeno non è colorato, è stato utilizzato unicamente il nero. Vorrei sapere se con le tecnologie oggi disponibili, è possibile rimuovere con successo un tatuaggio del genere e quante sedute minime necessarie servirebbero. Quale sarebbe la terapia piu indicata nel mio caso? grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le Pz
Una delle tecniche maggiormente utilizzate è la rimozione tramite Laser q switch, in primis nd yag,ma anche con altri tipi.
Le sedute ,a quanto posso immaginare saranno tante ,verosimilmente non meno di 8 ,Ma non si può essere precisi su questo senza vedere.
Senta quindi un medico esperto Laserista.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 443XXX

Iscritto dal 2017
Salve dr.Griselli , oltre al laser che ha citato lei che sembra essere il piu utilizzato per la rimozione dei tatuaggi, ho letto che il pico sarebbe piu potente ed efficace e richiede meno sedute ma ad un costo maggiore.. lei cosa ne pensa?

Questi tipi di laser sono in grado di eliminare tatuaggi di tali dimensioni? e quali rischi comportano per la pelle?
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Dipende molto dal colore e dalla tecnica usata . I risultati sono generalmente buoni ma ovviamente non nel100%. Le complicanze possono essere tante , dall'esito cicatriziale alla sovrainfezione, ma vanno naturalmente gestite con la esperienza del medico e aderenza del pz alle norme comportamentali che vengono impartite.
Cordialita Dott.G.Griselli
[#4] dopo  
Utente 443XXX

Iscritto dal 2017
Grazie dr.Griselli , ma la sua risposta la trovo in contrasto con le garanzie offerte dai centri specializzati in laserterapia.. in particolare tutti si soffermano sul fatto che questi laser di ultima generazione sono sicuri e non lasciano cicatrici, ma realmente quanto è alto il rischio di avere degli effetti collaterali?

Inoltre mi piacerebbe sentire la sua opinione riguardo la mia domanda sul laser Pico, grazie.
[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le Pz
certamente sono metodiche con ampi margini di sicurezza ,anche io le uso e fortunatamente dopo tanti trattamenti ancora non ho visto complicanze di sorta.E naturalmente vale per tutti compreso il Pico che certamente è ottimo,Ma che non uso.
Però sono descritte e infatti sono ben riportate sul consenso informato (alcuni si scaricano addirittura dalla rete) .Sono rari ,o addirittura rarissimi se vengono seguite le norme pre,e durante e post intervento .
Quindi non voglio assolutamente scoraggiata perché al 99% resterà soddisfatto affidandosi a professionisti seri (questo conta anche più della macchina usata ) Ma fare una informazione completa.
Cordialità Dott.G.Griselli