Utente 402XXX
Buongiorno e grazie per il vostro prezioso servizio. Da alcuni anni sul cuoio capelluto mi si formano delle piccole aree, (al massimo di 0,5 cm) in cui si formano delle croste, a volte di colore giallo scuro/ocra. Sono sintomi di una probabile dermatite seborroica e so che devo rivolgermi al dermatologo per una visita approfondita. Ma il consulto che vorrei chiedere è più di carattere generale. E cioè, pur cercando di non rimuovere le croste a forza, ogni tanto mi vedo costretto a farlo se dopo alcuni mesi sono ancora presenti e non fanno altro che ispessirsi. A volte si sollevano da sole al solo passaggio del pettine, altre volte, però, devo intervenire facilitando il distacco. Premetto che la forza impiegata non è mai eccessiva, e alla rimozione il cuoio sottostante si presenta tutt'al più un po' arrossato, ma non escoriato e non sento particolare bruciore. Il problema è che assieme alle croste vengoo via anche i capelli che fuoriuscivano dalle stesse, a volte anche cinque o dieci alla volta. La mia domanda è quindi: posso sperare che i capelli riscrescano o nella porzione di pelle tolta sono compresi anche i follicoli e quindi ciò che rimane è solo tessuto cicatriziale? Ripeto, non ci sono escoriazioni nè tantomeno sangue, però mi sembra che nelle zone dove è stata rimossa una crosta, anche a distanza di tempo, non crescano più i capelli. Non dovrebbero i follicoli essere a una profondità maggiore? Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Non si dovrebbe mai arrivare al punto di rimuovere meccanicamente le croste da parte del pz,in quanto le stesse dovrebbero essere trattate e prevenute con idonea terapia dermatologica.
La ev. Rimozione di una crosta che ingloba il fusto del capello comporta la trazione dello stesso, a tipo epilazione, e quindi la perdita, temporanea , giacché il follicolo ,profondo ,non sarà danneggiato.
Ricordo che stati infiammatori prolungati del cuoio capelluto , possono alla lunga ingenerare fenomeni degenerativi dello stesso complesso pilare, quindi la cura è assai indicata.
Cordialità
Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 402XXX

Grazie infinite per la tempestiva ed esauriente risposta.