Utente 451XXX
Buonasera,
Sono un ragazzo di circa 20 anni e ho scoperto da fine febbraio-inizio marzo di quest'anno di avere dei condilomi nella zona anale. Nel mentre, intorno al 18 marzo, ho notato nella zona sublinguare la formazione come di due ''pliche'' (scusate il termine poco preciso) parallele sotto la lingua. Essendo già in cura per i condilomi, ho fatto vedere al centro dove ero seguito queste 'formazioni carnose'' e hanno deciso di curare con la crioterapia, come già stavano facendo per l'altra zona. Dopo due sedute di crioterapie, il medico che mi stava seguendo, non sapendo più se dovesse continuare o meno con la crioterapia, ha preferito farmi vedere da altri colleghi (in tutto mi hanno visitato 4-5 medici) che hanno ''decretato'' l'assenza di condilomi nella zona sublinguale, nonostante queste ''pliche'' fossero ancora presenti.
Giovedì scorso, mi è stato detto che non avevo più condilomi in nessuna delle due zone. Il problema è che, mentre vicino l'ano sono completamente liscio, le ''pliche'' nella zona sublinguale sono ancora presenti e ai miei occhi (ai loro no) è rimasto tutto più o meno invariato.
Per la bocca mi hanno dato degli sciacqui con il collutorio perchè dopo la crioterapia si era (e lo è tutt'ora, ma meno) gonfiata la parte inferiore della bocca, sotto la lingua.
Ora, io ho sollecitato la mia insicurezza riguardo queste ''pliche'', però per loro sono da considerare guarito. Ovviamente, non sono qui a chiedervi una diagnosi, impossibile senza vedermi dal vivo, ma un consiglio sul come muovermi.
Pensavo di fare, proposta inizialmente dai medici che mi hanno seguito, una pcr (tampone) per HPV, anche se, come hanno fatto notare, potrebbe risultare positiva nonostante io non abbia nulla (così mi hanno detto; però se dovesse venire negativo, già starei più tranquillo).
E poi, per stare più tranquillo, avere un parere esterno da un altro medico (e qui, cosa consigliate? Sempre un dermatologo? O un otorinolaringoiata? O quale altro specialista?)
So di dover avere fiducia nei medici, anche perchè i miei occhi, nonostante queste ''formazioni carnose'' mi ricordino chiaramente (è questo che mi preoccupa) dei Condilomi acuminati, non sono gli occhi di un esperto, però io sono terrorizzato dall'idea di non curarmi o peggio di poter ''infettare'' qualcuno in futuro (a cui magari vorrò bene).
Grazie per avermi letto,
Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, in questi casi dire che il miglior consiglio è quello di recarsi dal dermatologo venereologo al fine di effettuare un'attenta ispezione delle mucose del cavo orale ed escludere patologie infettive e non infettive. Questo per me miglior modo di stare sereni e le assicuro che in buona parte quando effettua questo tipo di visita, la diagnosi si conclude in modo definitivo.
Cari saluti
Dott.Laino