Utente 465XXX
Buongiorno dottori,

da circa 2 mesi ho notato la comparsa di piccoli foruncoli che non appaiono particolarmente purulenti e di dimensioni ridotte (2 mm). Tutti localizzati nella zona della nuca e più precisamente dove i capelli confinano con il collo, dove c'è la peluria diciamo.
Questi foruncoli si manifestano singoli o a gruppi di due. Generalmente scompaiono nel giro di 2 o tre giorni ma recidivano sempre nella stessa zona (credo anzi siano gli stessi).
Questo mi succede da quando sto facendo crescere i capelli e nella parte posteriore hanno raggiunto una certa lunghezza. Sono tanti anni che non li facevo più crescere ma ho riminiscenza di aver avuto una cosa simile anni fa appunto, ma non mi ricordo esattamente. Lavo tutti i giorni i capelli usando un detergente non aggressivo. Il problema è che stupidamente ho l'istinto di toccare la parte irritata peggiorando la situazione.
Non ho mai sofferto di acne e ho 39 anni. ho avuto la brillante idea di leggere un po' in internet e se prima non ero preoccupato, adesso invece lo sono avendo letto di patologie quali acne cheloidea e altre patologie abbastanza terrificanti.
La mia domanda è: c'è un modo empirico per escludere le suddette patologie? E' inoltre plausibile che la presenza massiccia di capelli e peluria in quella zona, considerando per esempio il sudore di quando mi alleno in palestra possa provocare una irritazione cutanea?
Al momento la cosa è molto contenuta ma mi preoccupa il fatto che in 2 mesi ricompaiano e spariscono sempre nello stesso punto a rotazione

Grazie mille
d

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le Pz
Esistono forme di follicolite che effettivamente hanno una spiccata predilezione per la zona nucale .
La patologia non va sottovalutata per la possibilità di assumere un andamento decalvante ,in accordo con l'interessamento del follicolo da parte delle cellule legate alla infiammazione.
Metodi empirici ...non direi (!).Il mio consiglio invece è di effettuare la visita dermotricologica da un dermatologo esperto perché esistono terapie efficaci per contrastare quest a malattia.
Cordialità Dott.G.Griselli
[#2] dopo  
Utente 465XXX

Iscritto dal 2017
Grazie della risposto Dottore. Dato che avevo la fortissima sensazione che l'irritazione fosse dovuta al sudore in allenamento ho provato a raccogliere i capelli e ad usare una salvietta pulita tamponando l'area. Inoltre ho effettuato un lavaggio con uno shampoo al ketakonazolo all'1% lasciandolo agire per qualche minuto imponendomi per una settimana di non toccare più la zona con le mani. Nel giro di 2 giorni l'irritazione è completamente sparita e ad oggi non vi è segno di follicolite. La cute si presenta perfettamente pulita e non ho più alcun senso di bruciore. Terrò la situazione monitorata per un paio di settimane prima di effettuare una visita perché allo stato attuale non ho più assolutamente nulla. Magari questa irritazione era dovuta alla concausa di sudore, capelli che comprimevano l'area della nuca e il fatto che io potessi ulteriormente peggiorare la situazione continuando a toccare l'area. In aggiunta ho dimezzato la quantità di omega 3 che assumo quotidianamente perchè mi pareva mi provocasse la presenza di qualche foruncolo sul viso ma una cosa davvero minima. Spariti anche questi.

Ne approfitto per chiederle una cosa: ieri mi hanno dovuto iniettare in vena del cortisone per tamponare una reazione allergica di moderata entità ad un colorante per un esame retinico. La quantità iniettata è stata di una mezza siringa a detta dell'infermiera è il 50% della dose che somministrano in questi casi. Lei pensa che il cortisone potrebbe in questo caso innescare un effluvio o posso stare tranquillo?

Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Direi tranquillo!
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 465XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mille Dottore. Ritornando al discorso dei foruncoli sul collo, in sostanza con l'uso del ketokonazolo la situazione si placa per qualche giorno. Poi però ritornano.
Voglio sottolineare il fatto che si tratta sempre di non più di 2 alla volta, molto piccoli, il diametro non supera i 2 mm. Non sono purulenti, non c'è fuoriuscita di pus. Si presentano sempre negli stessi punti, cioè in zona attaccatura capelli sul collo. la cosa fastidiosa è che sono accompagnati da un dolore simile alla puntura di uno spillo che mi porta purtroppo a toccarmi. Questa è la mia principale preoccupazione: il fastidio perchè visivamente non si vede praticamente nulla ad eccezione quando si manifestano di uno o due foruncoletti. La cosa strana è che 2 mesi fa li avevo nella parte destra. Sempre 2. Spariti senza lasciare traccia. Poi si sono spostati nella parte centrale dell'attaccatura. Durati 1 settimana e spariti. Ora parte sinistra.
Non vi è alcuna caduta di capelli. Come compaiono spariscono senza lasciare traccia. La cute non risulta arrossata, non c'è eccesso di sebo. Nei prossimi giorni proverò a far sfoltire tutta l'area del collo perchè ho la netta impressione che questa cosa dipenda dalla poca traspirazione della cute per via dei capelli stessi.
Se in 15 giorni la cosa non si risolve prenoto una visita. Nel frattempo potrebbe essere corretto utilizzare il ketokonazolo per 2 volte a settimana e se si in che percentuale?

Grazie