Utente 479XXX
Buongiorno,
ho eseguito in data odierna TAC ADDOME COMPLETO CON E SENZA CONTRASTO con questo referto:
" Esame eseguito prima e dopo somministrazione di MDC ev (Iomeron 400,110 ml +50 ml di soluzione fisiologica) con
tecnica multifasica.
Quesito clinico: approfondimento diagnostico di nodulo epatico nel III segmento visto all'ecografia del 23 01 2018 in
Paziente con pregresso ca mammella.
Fegato di normali dimensioni, a profili bozzuti in corrispondenza del lobo sinistro per la presenza di voluminoso nodulo che
deborda dal profilo glissoniano del II e III segmento epatico e in parte del IV del diametro massimo di 5,5 x5,7 cm. La
lesione ha porzione periferica ipervascolarizzata e area centrale disomogeneamente ipodensa e permane immodificata in
tutte le fasi dello studio. Si associa minima dilatazione delle vie biliari intraepatiche intorno alla lesione con sfumata
alterazione della vascolarizzazione circostante tipo THAD.
Pervie le vene sovraepatiche e le diramazioni portali.
Nel VII segmento epatico millimetrica nodulazione ipodensa probabilmente da riferire a cisti.
Colecisti modicamente distesa, alitiasica. Non dilatate le vie biliari intra ed extraepatiche.
Non lesioni del pancreas, della milza, dei surreni e dei reni. Non dilatate le vie escretrici urinarie.
Vescica poco distesa, non correttamente valutabile.
Non versamento libero in addome.
Non macroadenopatie nel retroperitoneo lombare, in sede iliaca e inguinale.
Aorta di calibro regolare.
Nelle ricostruzioni con algoritmo per osso non si riconoscono lesioni a significato evolutivo. Si osservano alcune
millimetriche aree di osteorarefazione sfumate su entrambe le ali iliache, aspecifiche.
Conclusioni: il nodulo descritto nel lobo epatico sinistro è da riferire in prima ipotesi a lesione produttiva di non sicura
origine (primitiva? Secondaria?)".
Cosa devo aspettarmi? Grazie Federica
[#1] dopo  
Dr. Davide Mascali
24% attività
8% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
salve , alla luce del suo passato ca mammella , e' chiaro che l'oncologo le chiarira se questo nodulo potrebbe essere una lesione secondaria ...o no..... e le indichera la strada piu corretta da seguire......
Sara lui poi a consigliarle il percorso piu corretto diagnostico terapeutico..
per il momento la saluto
Mi faccia sapere