Utente 757XXX
Egr. Dr., utente 75703. Mia moglie di anni 65 con storia di gastrite atrofica (diagnosi istologica) con metaplasia intestinale severa diffusa e tiroidite autoimmune in cura con eutirox. Nel 2013 riscontrata lesione polipoide del corpo gastrico resecata e sede di NET. Nel 2014 si è manifestata orticaria di n.n.d. diminuita a tutt'oggi ma non scomparsa. Nel 2016 asportato piccolo adenoma tubulo villoso del colon destro con displasia di basso grado asportato. Cisti semplici epatiche. Ipercolesteremia. La madre oltre 25 anni fa operata di tumore allo stomaco: resezione di gran parte dello stomaco (ancora vivente), una sorella morta a 37 anni fa morta per una piastronipenia di n.n.d.. la seconda sorella operata 2 anni fa di tumore all'intestino con metastasi epatiche a tutt'oggi esegue chemioterapia. Un'altra sorella diagnosticato 6 mesi fa tumore del pancreas, attualmente in chemioterapia.
- Volevo chiedere, in considerazione delle patologie di mia moglie sopraesposte e le patologie delle tre sorelle sia il caso di indagare il pancreas con esami ematochimici e tac addome. (i medici francesi che hanno in cura mia cognata hanno riferito di dire alle sorelle di indagare anche loro sul pancreas). N.B. da tempo accusa una stanchezza cronica con appetito conservato con esami di routine tutti nella norma tranne alcuni(23/11/2017 : glicemia, creatinemia, got, gpt, alfa amilasi, lipasi, calcio totale, colesterolo totale, sideremia 59 dopo cura di ferro ( 60-180), ferritina 8,0 (15-150), transferrina, ves, proteina c-reattiva, ft3, ft4, tsh, vitamina B12.
- Volevo chiedere inoltre se anche i miei figli(il maschio 40anni la femmina di 33 anni) visti le patologie sopraesposte devono stare sotto controllo.
Abbiamo prenotato una visita gastroenterologica ma i tempi sono lunghissimi.
Cordialmente.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Caruso
20% attività
12% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2018
Salve,

da quello che riporta, piuttosto che concentrarmi sul pancreas, farei una indagine genetica (o epidemiologica) sulla famiglia di sua moglie, dove mi pare particolarmente elevata l'incidenza di tumori a carico dell'apparato gastrointestinale.

Per quanto riguarda la prevenzione, sua moglie ha due situazioni potenzialmente evolutive (gastrite atrofica (diagnosi istologica) con metaplasia intestinale severa diffusa ed adenoma tubulo villoso del colon destro, la prima più della seconda) che vanno tenute sotto controllo.

Tornando al pancreas, non esistono metodi che possono prevedere o prevenire il tumore del pancreas. In presenza dei sintomi sovraesposti ("da tempo accusa una stanchezza cronica" ed iposideremia) e della familiarità potrebbe eseguire ecografia addome superiore o (meglio) risonanza magnetica addome superiore.

Per quanto riguarda i suoi figli anticiperei la prevenzione per quanto riguarda il cancro del colon retto (colonscopia o sangue occulto) ed in presenza di sintomi anche per quanto riguarda tumore dello stomaco (gastroscopia)
[#2] dopo  
Utente 757XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dr. Caruso per avermi risposto e per la chiarezza di esposizione. Cordialmente.
[#3] dopo  
Utente 757XXX

Iscritto dal 2008
Dr. Caruso chiedo scusa se riprendo l'argomento sopraesposto. Mio figlio 40 anni ha eseguito diverse colonscopie per altri motivi(negative), l'ultima un anno fa. Mia figlia a 28 anni attualmente ne ha 33 le ho fatto eseguire una colonscopia(negativa). Volevo chiederLe: 1)ma quando Lei dice " anticiperei la prevenzione per quanto riguarda il cancro del colon retto (colonscopia o sangue occulto)" a quale età si riferisce? 2) Le colonscopie di controllo, in caso di negatività, dopo quanto tempo dovrebbero essere ripetute: Cordialmente