Utente 396XXX
salve, ho 29 anni, e circa una settimana fa mi sono recata al PS per forti dolori addominali che poi si sono spostati verso il fianco dx.
Al Ps sono stata sottoposta a diverse analisi, nel particolare esame urine negativo anche se rilevava un minimo di sangue nelle urine, ma mi hanno detto trascurabile, un emocromo che evidenziava un numero alto di globuli bianchi (18000)e anche un'elavata presenza di neutrofili.
Sospettando un infezione mi hanno sottoposto a visita chirurgica con esito negativo, visita nefrologica ed ecografia che ha rivelato spotting ed RX torace negativo.
Mi hanno curato con fiale di buscopan e soluzione fisiologica e dimesso.
Il giorno dopo i dolori erano ancora più evidenti e l'addome era diventato molto duro. Mi sono recata dal mio medico il quale mi ha diagnosticato un'infezione dell'appendice secondo lui controllabile poichè ritiene che si sia infiammata anche perchè molto vicina al ciclo mestruale e perchè non presentavo febbre o vomito, mi ha dato del cephodox ed un lassativo leggero lattulosio o qualcosa di simile.. ho seguito la cura per una settimana prendendo l'antibiotico due volte al giorno e seguendo una dieta a base di liquidi e alimenti leggeri, ed il dolore si è calmato completamente.
Volevo un consiglio sulla dieta da seguire e soprattutto sul cosa fare ... sono molto confusa.. devo ripetere gli esami?... il dolore può tornare? cosa fare per evitarlo? e... il pericolo dell'infiammazione è scampato?
Vi ringrazio
Buona serata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Mi sembra di cpaire che adesso non abbia sintomi, in questo caso, in linea di massima, non sono necessarie restrizioni dietetiche, previa rivalutazione del suo mecico curante. La teorica possibilità che ricompaia un episodio di appendicite acute esiste ma è imprevedibile.In caso di ricomparsa del dolore e dei sintomi associati è indicata una valutazione chirurgica. Auguri!