Utente 104XXX
Buongiorno sono una donna di 34 anni e l'anno scorso mi è stato escisso un nevo poi risltato melanoma II liello spessore 0.3 mm. Purtroppo ho carnagione chiara, molti nei (contemporanemante all'asportazione del melanoma mi è stato tolto un nevo displastico che si stava attivando). Ovviamente, non sapendo la pericolosità dell'esposizione al sole, vivendo anche al mare, mi son sempre esposta con tanto di ustioni e molte efelidi poi createsi. ora, a parte i controlli semetrali impostimi, la quasi totale imposizione di non espormi più al sole, volevo sapere quanto è alto il rischio che possa nuovamente essere colpita da un tumore della pelle e se c'è incidenza che si creino altri tumori ad altri organi. Tra l'altro, alla prima mappatura dei nei fatta in questi gg, il dermatologo ha ricontrato che ho molti angiomi sparsi su buona parte del corpo e mi ha imposto un'ecografia per verificare se non ne ho anche al fegato... secondo voi è opportuno mi sottoponga anche all'eco addominale per scongiurare eventuali altri problemi anche al fegato, anche se pur sempre non così gravi, benchè, se sottovalutati potrebbero poi essere pericolosi con l'andare del tempo? grata per le risposte che mi vorrete dare e per aver accolto le mie domande dedicandomi unattimo di attenzione e pazienza, vi saluto cordialmente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

Direi - come consiglio - che non sia il caso di pensare alle probabilità di nuovi tumori (percorso infruttuoso per le variabili incalcolabili e perverso per lo stress evocabile) : piuttosto è fondamentale seguire l'iter ed i consigli proposti dal suo dermaotlogo senza aggiungere altro.

cari saluti e viva serena