Utente 144XXX
Egregio dott. Marilungo,
mi chiamo Alessia, ho quasi 23 anni e frequento la facoltà di scienze della comunicazione.
Dalla fine di febbraio e tutt'ora attualmente soffro di saltuari fastidi (più che dolori) retrosternali e al petto con irradiazioni a entrambe le braccia (più spesso a quello sinistro) e al collo.
Mi sono recata dal cardiologo che mi ha prescritto un ECG a riposo, un ECG sottosforzo e un ecocardio color doppler mono e bidimensionale: a parte un lieve prolasso mitralico con conseguente lieve insufficienza è risultato tutto negativo.
Questi esami risalgono al mese di marzo.
Ora siamo già a fine luglio e saltuariamente questi disturbi si fanno sentire.
Si manifestano in condizioni di riposo principalmente, anche perchè non pratico nessuno sport e nessun movimento particolare.
L'altro giorno per esempio mi trovavo seduta sul letto e ho notato che al benchè minimo movimento del busto (ero seduta e chinata in avanti a leggere)sentivo un dolore allo sterno; invece nella maggior parte delle volte quando mi trovo in questa posizione non accade nulla di tutto questo.
Inizialmente il dolore retrosternale che si presentava era di tipo gravativo, come un peso e ancora adesso sento un po' di peso e fastidio alla "bocca dello stomaco".
I medici mi hanno detto che il mio cuore sta bene ma chissà perchè io non ne sono assolutamente convinta malgrado gli esami che ho fatto, insomma io sento che ho qualche cosa al cuore che i medici non hanno capito...ne sono convinta.
Le premetto che nel mese di gennaio ho sofferto per un mese di cefalea muscolotensiva e che sono una persona facilmente impressionabile, che pensa al peggio al benchè minimo dolorino.
Ormai è da troppo tempo che mi trascino questi disturbi, ma in fondo nemmeno i medici mi hanno dato una diagnosi precisa di questi dolori, insomma ma di cosa si tratta?? perchè non passano???? e se non è il cuore cos'è che non va???
Vorrei solo che qualcuno desse delle risposte a queste domande e che mi aiutasse a guarire completamente.
Lei dottore obiettivamente cosa ne pensa?
Posso davvero escludere al 100% problemi cardiaci quali futuri infarti, angine pectoris, etc...??? mi dica la verità (e non solo per tranquillizzarmi).
In attesa di una sua gentile risposta
Cordialmente,
Angelica

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
Salve Alessia. Tutta la verità, niente altro che la verità :-)
Mi pare che tu abbia già fatto i necessari controlli e che il prolassino della mitrale non comporti rischi di nessun genere. Soltanto una raccomandazione, in relazione al prolasso, nel caso tu debba sottoporti ad interventi odontoiatrici o ginecologici ambulatoriale è neccessario che tu faccia una profilassi antibiotica, meglio se avvertendo i Medici.
Dati gli studi che stai facendo penso che tu stia parecchio davanti al computer, magari con una posizione non proprio corretta. Ti dico questo perchè, da come esponi i fatti, mi pare di capire che i tuoi siano problemi osteo-muscolari, dovuti forse ad una postura non corretta. Ed il fatto che tu abbia sofferto di cefalea muscolo-tensiva in fondo avvalora le mie parole.
Non credo proprio che sia il tuo cuore a non andare, penso, invece, che un controllo da un Collega Fisiatra possa esserti di aiuto.
Aggiungo, anche, che spesso i dolori osteo-muscolari possono essere l'espressione di una rigidità corporea che talvolta nasconde tensioni interne, personali e non fisiche, intendo. Aggiungo, anche, che può capitare che ci siano problemi delle arcate dentarie che possono dare proprio i disturbi che descrivi.
Quindi starei tranquillo per il cuore, verificherei, piuttosto, le cose che ho appena detto.
Se ti fa piacere tienimi aggiornato.

Cordialmente
Marco Marilungo
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2003
Egregio dott.Marilungo,
La ringrazio molto per avermi risposto.

Qualche mese fa mi sono recata da un internista, il quale mi ha detto che oggigiorno il prolasso della mitrale (olterettutto lieve come il mio)non richiede più una profilassi antibiotica, ma solo in casi gravi ovviamente.
Io tra poco devo fare due otturazioni dal dentista. Come mi devo comportare?la faccio o no la profilassi?

Vorrei inoltre segnalarle una cosa.
L'anno scorso mi sono recata da un ortopedico per una visita, siccome avevo alcuni fastidi intercostali. Egli mi ha prescritto una radiografia completa della colonna vertebrale: rx rachide in toto ortostatismo.
Diagnosi: scoliosi a largo raggio sinistra convessa lombare con curva di scompenso dorsale; linea bicrestoiliaca slivellata con rialzo a destra cm 0,6.
Tante parole per dire che ho il bacino ruotato e che quindi la gamba sinistra risulta essere più "corta" di 0,6cm.
Così l'ortopedico mi ha prescritto una suoletta di 0,6cm da porre nella scarpa, ma il problema è uno: in estate porto solo scarpe aperte e quindi mi è impossibile mettere la suoletta.
Detto tutto ciò è possibile che i miei fastidi retrosternali con irradiazioni a braccia e collo siano dovuti a questo problema?

Un'ultima cosa: ho sentito che l'ECG sottosforzo non è un esame sicuro, nel senso che in persone con coronariopatie questo esame è capitato che risultasse del tutto negativo.
Per questo esame ergometrico che ho fatto hanno adottato il protocollo di Bruce e il mio test è stato interrotto al 1° minuto del 3° stadio di Bruce al raggiungimento dell'86% della FC teorica max. (a 170 battiti).
Non c'erano segni di ischemia miocardica indotta dallo sforzo muscolare e si segnalava una tachicardia sinusale di base e rapido incremento della FC, come da ridotta tolleranza allo sforzo...infatti non pratico nessuno sport e al momento dell'esame ero un po' agitatina!
Insomma nel mio caso posso assolutamente fidarmi del risultato di questo esame?? questo esame è valido anche per chi soffre di angina pectoris a riposo (e che quindi non si può vedere sottosforzo)?
Cordialmente
Angelica
[#3] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
Salve Angelica, intanto mi scuso per aver usato un altro nome nel salutarti.
Il collega Internista ti ha detto esattamente cosa fare, difatti la profilassi si fa per interventi odontoiatrici o ginecologici nei quali è previsto che ci possa essere sanguinamento, quindi per le otturazioni non devi fare nulla.
E', invece, interessante, il discorso riguardante lo stato dell'apparato osteo-articolare, ed anche muscolare.
Certo che sì, i disturbi che descrivi possono essere dovuti ai tuoi problemi di postura errata. Torno a consigliarti un consulto con un Medico Fisiatra e parlare con il tuo Odontoiatra a proposito di un eventuale utilizzo di un Bite (una sorta di "plantare" delle arcate dentarie).
A proposito di plantare, la soletta che ti è stata consigliata è stata personalizzata per i tuoi piedi? Ovvero, hai fatto un esame Baropodometrico? Con questo esame si possono avere informazioni utili su come deve essere esattamente fatta la soletta stessa.
E venendo all'ecg da sforzo, beh tieni presente che noi cardiologi lo facciamo fare proprio per sapere se la persona che stiamo controllando possa avere problemi coronarici. Certo che ci possono essere dei casi nei quali una minima percentuale di errore esiste, ma questo vale, in misura minore o maggiore, per tutti gli esami diagnostici strumentali riguardanti qualsiasi specialità.
Infine, se ci troviamo di fronte ad una angina a riposo, figurati se l'elettrocardiogramma da sforzo (sia effettuato con il tapis roulant che con il cicloergometro) non lo evidenzia ancora di più!
Puoi fidarti Angelica.
Cari saluti

Marco Marilungo
[#4] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2003
Egregio dott.Marilungo,
la ringrazio molto dei suoi utilissimi consigli, ma al riguardo ho alcune domande da porLe.

Che cos'è l'esame Baropodometrico e in che cosa consiste? Di qualunque cosa si tratti non credo che l'abbia fatto, siccome il tecnico mi ha solo "misurato" la sagoma del mio piede e sulla figura penso abbia costruito la soletta di cuoio.
Ma il problema credo che sia il fatto che la soletta ormai non la porto affatto, soprattutto d'estate (porto le scarpe aperte).

Che differenza c'è tra un Fisiatra e un Ortopedico?

Un'ultimo dubbio: è possibile che i distrurbi da cui soffro ormai da 5 mesi siano causati da uno spasmo delle coronarie?

Colgo infine l'occasione per ringraziarLa di nuovo in quanto mi sta davvero aiutando a fare un po' più di luce su quanto mi sta accadendo.
Cordialmente,
Angelica
[#5] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
La Baropodometria permette, attraverso l'utilizzo di una pedana dotata di numerosi sensori, di rilevare i carichi sopportati dal piede, sia da fermo che in cammino. Permette anche di stabilire come il piede si appoggi al terreno e di misurarne i livelli di spinta e di pressione. Con l'ausilio di un computeri i dati vengono analizzati e le informazoni ricavate permettono di creare sulla persona il tipo di plantare più idoneo. Successivamente l'esame da la possibilità di verificare la bontà del funzionamento del plantare stesso.
L'Ortopedico si occupa della tramautologia del sistema osteo-articolare, in definitiva ripara i danni successivi ad un trauma. Il Fisiatra si occupa del rimodellamento dell'apparato osteo-muscolo-articolare successivo all'intervento dell'ortopedico. Ma i confini sono sfumati, sono tanti gli Ortopedici che si occupano anche di Osteopatia e Fisiatria. Il Fisiatra può intervenire autonomamente perchè non è detto che si trovi di fronte ad un trauma, ma una cattiva postura, come nel tuo caso.
Infine, e ti ripeto quanto ti ho già scritto, da quello che hai raccontato non mi sembra che ci siano elementi che fanno pensare ad un problema coronarico. Sei stata un po' distratta nel leggere le risposte che ti ho già dato. Forse, non hai voluto "ascoltare". Posso chiederti come va con l'umore?

A presto, e grazie per aver scritto ancora.

Con cordialità
Marco Marilungo
[#6] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2003
In questi ultimi tempi l'umore va un po' tra alti e bassi.
Diciamo che è influenzato in modo abbastanza rilevante dai disturbi che avverto, in quanto non riesco a dare una ragione ben precisa a questi fastidi e questo mi dà un senso di incertezza sulla mia salute che mi spaventa molto.
Ma questo che c'entra con i disturbi che avverto??
Come Le ho già scritto capita che a volte (magari per qualche giorno) non avverto disturbi e di conseguenza mi sento più serena, invece a volte quando li sento con l'umore sto un pochino giù.
Vorrei solo che qualcuno mi desse una risposta e una diagnosi ben precisa di quello che ho per poter finalmente guarire completamente...
Cordialmente,
Angelica
[#7] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
Vedi Angelica, l'umore può influenzare il nostro stato di salute fisica in maniera determinante. O come causa dei nostri disturbi (e siamo nel settore della medicina psicosomatica) o come amplificatore/catalizzatore di sintomi legati a problemi che nulla hanno a che fare con l'organo per il quale abbiamo paura che gli stia capitando qualcosa.
Intanto vorrei dirti che, stando agli esami cardiologici ai quali ti sei sottoposta, non è il caso di allarmarsi ;)
Non mi sembri prorio essere una cardiopatica.
Sempre restando sui sintomi e sulle tue narrazioni, credo che dipenda da un problema di postura (spesso la postura è anche un modo per esprimere la nostra personalità ed i nostri disagi più intimi). Ecco perchè, secondo me, avverti i dolori e gli altri disturbi dei quali mi parli.
Una diagnosi ben precisa te l'hanno già fatta i miei Colleghi Cardiologi a proposito del tuo cuore: Sta bene!
Per il resto i consigli che mi sentivo di darti non posso fare altro che confermarli.
Ti sto dicendo che non sei malata di cuore, ti sto dicendo di verificare altro.
Mi sento anche di invitarti a visitare il Forum che è ospitato sul mio sito (sperando che lo Staff di Medicitalia non se ne dispiaccia). Là trovi un sacco di interventi che potrebbero aiutarti a comprendere meglio quanto sto cercando di dirti e che, forse, qui non riesco ad esprimere al meglio.
Se ne hai piacere, sono qua pronto ad "ascoltarti" :)

Un caro saluto
Marco Marilungo
[#8] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2003
La ringrazio molto del suggerimento del forum (l'ho appena visitato e mi sembra di primo acchito molto interessante) e degli utilissimi consigli che mi ha fornito.
Devo "solo" convincermi che il mio cuore sta bene...ma sa dopo l'altra notte che mi sono svegliata con un dolore -peso/oppressione retrosternale è un po' difficile...
Cercherò comunque di metterci tutta la mia buona volontà:)
Quindi da come ho capito secondo Lei i due esami che ho fatto dovrebbero bastare per confermare il buon funzionamento del mio cuore...
Una domanda: come potrei risolvere in estate il problema della soletta quando porto le scarpe aperte?
Mi sono dimenticata di dirle una cosa: all'inizio dei miei disturbi (fine febbraio-marzo)soffrivo anche di palpitazioni (sentivo il cuore a 1000, pareva che mi stesse per "uscire" dal petto:)), ma poi è passato per fortuna:)
Un'ultima cosa: ce ne fossero un po' di più di medici come Lei...
Cordialità
Angelica