Un'analisi appena pubblicata su Annals of Oncology da parte di un gruppo di ricercatori italiani dell' Università di Milano ha esaminato le tendenze relative ai cancri in Europa nei prossimi anni. Da un lato è confortante leggere che per tutte le localizzazioni di cancro i decessi sono in calo, tuttavia due dati fanno eccezione: il cancro al polmone nel sesso femminile e il cancro al pancreas in quello maschile.

I ricercatrori hanno esaminato i dati globali relativi ai decessi per cancro a stomaco, intestino,pancreas, polmone,prostata, mammella, utero e leucemie nei 27 paesi dell' Unione Europea dal 2007 analizzando in particolare Francia, Germania, Italia, Polonia, Spagna e Regno Unito.

Dal 2009 al 2014 il calo di decessi per cancro di qualsiasi sede è stato stimato essere circa vicino al 7% negli uomini e al 5% nelle donne.

Nell' uomo il calo è stato dell' 8%, 4% e 10% rispettivamente per polmone, colon retto e prostata mentre nella donna del 9% e 7% rispettivamente per mammella e colon retto mentre si è previsto un aumento dell' 8% per il polmone, probabilmente dovuto all' aumento delle fumatrici tra il 1960 ed il 1970. 

Il cancro al polmone in Europa sara' quindi nei prossimi anni la prima causa di decesso per cancro nella donna sorpassando le neoplasie della mammella.

 

Il cancro al pancreas è l' unico nel quale è stato evidenziato un aumento di mortalità in entrambi i sessi: tra il 2000 ed il 2004 era 7.6/100.000 nell' uomo e 5.0/100.000 nella donna ed ora è aumentato a 8.0/100.000 nell' uomo e 5.4/100.000 nella donna.

 

Il dato è preoccupante perchè, come noto, la prognosi di questo tumore è pessima con una sopravvivenza inferiore al 5% a 5 anni dalla diagnosi.

Essendo la sopravvivenza modesta, l' aumento di incidenza corrisponde sostanzialmente ad un aumento di mortalità.

 

Fonte: European cancer mortality predictions for the year 2014, Ann Oncol 2014:10.1093/annonc/mdu138