Un corretto stile di vita ed un adeguato esercizio fisico è molto importante per la salute della donna. Un ulteriore studio pubblicato nei giorni scorsi sulla rivista British Journal of Sports Medicine ha evidenziato come l’attività sportiva in epoca preconcezionale e durante la gravidanza può avere effetti benefici sullo sviluppo del feto e sul benessere generale della gestante.

Un aumento di peso eccessivo sia prima che durante la gravidanza può avere implicazioni negative, come un permanere di eccesso di peso dopo il parto e, in definitiva, un maggior rischio di obesità.

Le donne che hanno svolto esercizio fisica durante la gravidanza hanno avuto un aumento ponderale di circa cinque chili in meno rispetto a quelle che non ne hanno svolto.

L'attività fisica deve essere associata  con le buone pratiche nutrizionali, ma le donne devono essere avvertite di non limitare eccessivamente l'apporto energetico alimentare soprattutto durante l'allattamento al seno.

E’ quindi importante consigliare in epoca preconcezionale a quelle donne che presentano un sovrappeso di svolgere esercizio fisico con la finalità di ridurre il peso corporeo, ossia il BMI (body mass index). Analogamente può essere utile per la gestante praticare un’attività fisica, come il nuoto ad esempio, durante la gravidanza, se non vi sono controindicazioni.