gravidanza

Quali sono i farmaci da evitare in gravidanza?

Dr.ssa Vincenza De FalcoData pubblicazione: 02 aprile 2013Ultimo aggiornamento: 05 maggio 2021

Fra le domande più frequenti che una donna si pone sia in previsione di un concepimento, sia durante la gravidanza una è certamente relativa alla possibilità di assumere farmaci in gravidanza.

Indicazioni sui farmaci in gravidanza

Tra tutti i vari tipi di farmaci, alcuni vanno accuratamente evitati, altri vanno sostituiti con quelli più sicuri se esiste una patologia che richiede un intervento farmacologico nella futura mamma, alcuni vanno evitati invece, per un principio di massima precauzione.

In alcuni casi si rende necessaria l’esecuzione di un test di gravidanza prima di decidere di cominciare ad assumere un farmaco.

Ecco un elenco di alcuni farmaci che vanno evitati in previsione e durante la gravidanza, specialmente nei primi tre mesi:

  • ACE inibitori
  • FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), uso NON occasionale
  • Paroxetina
  • Danazolo
  • Benzodiazepine (a dosi elevate)
  • Retinoidi sistemici (per l’isotretinoina è necessario attendere alcuni mesi prima di concepire perché si accumula nell’organismo)
  • Ormoni ad azione androgena
  • Talidomide (recentemente reintrodotta in commercio in campo ematologico e oncologico. Cominciare solo dopo test di gravidanza negativo)
  • Vitamina A (a dosi elevate)
  • Anti epilettici
  • Cumarinici (cominciare solo dopo test di gravidanza negativo)
  • Inibitori angiotensina II
  • Fluconazolo (a dosi elevate)
  • Steroidi sistemici
  • Ergotamina (a dosi elevate)
  • Litio (cominciare solo dopo test di gravidanza negativo)
  • Metotrexate (cominciare solo dopo test di gravidanza negativo)
  • Anti tumorali (cominciare solo dopo test di gravidanza negativo)
  • Sulfa-trimethoprim
  • Metimazolo

Quali farmaci si possono prendere in gravidanza

Se si assumono saltuariamente dei farmaci di qualunque tipo e state provando ad avere una gravidanza, chiedete sempre al vostro medico o al farmacista se potete assumerli, anche quelli per cui non occorre ricetta medica.

Nel periodo preconcezionale, ossia quello che precede il concepimento, il comportamento precauzionale deve essere come quello che va adottato durante la gravidanza.

farmaci in gravidanza

Se avete intenzione di rimanere incinta, comunicate al vostro medico i farmaci che assumete, anche se saltuariamente (compresi quelli da banco), per decidere se è opportuno assumerli o cambiare tipo di terapia se effettivamente necessaria, perché pochi farmaci sono davvero sicuri, in previsione di, o durante la gravidanza.

I farmaci vanno assunti in generale solo quando servono davvero e questa raccomandazione vale ancora di più prima e durante la gravidanza, perché possono causare malformazioni e danni nel bimbo che nascerà.


Autore

defalcovincenza
Dr.ssa Vincenza De Falco Ginecologo

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso università la Sapienza di Roma.
Iscritta all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43654.

0 commenti

Commenti degli utenti: chiusi!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche gravidanza 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Altro su "Gravidanza"