Gravidanza in tarda età... sinonimo di longevità!

Dr. Marcello SergioData pubblicazione: 02 luglio 2014Ultimo aggiornamento: 04 dicembre 2014

Rappresenta ormai un dato di fatto che l’età per avere una gravidanza è andata progressivamente aumentando nel corso degli ultimi anni, soprattutto in Italia, dove il tasso di natalità ha raggiunto livelli molto bassi.

Arriva quindi quasi a sorpresa uno studio pubblicato nei giorni scorsi sulla rivista Menopause in cui si dice che le donne che hanno avuto il loro ultimo figlio quando avevano un’età compresa tra 33 e 37 anni hanno il ​​doppio di probabilità di raggiungere il quinto percentile di estrema longevità (età media 100 anni) rispetto alle donne che hanno avuto il loro ultimo figlio prima di tale età.

Lo studio è stato condotto negli anni dal 2006 al 2009 in diverse città degli Stati Uniti ed in Danimarca.

Gli Autori quindi ritengono che una fertilità prolungata sia un indicatore di longevità e di invecchiamento più lento.

Una ipotesi per spiegare l'associazione tra età materna e la longevità è che le donne i cui corpi utilizzano l'energia in modo più efficiente (e quindi sono fertili e portano a termine le gravidanze) sono in grado di evitare malattie legate all'età e hanno un prolungamento della fertilità.

Gli Autori sospettano che queste donne avrebbero anche più probabilità di avere più figli, ma in questo studio hanno rilevato che con 3 o più figli  la probabilità di longevità estrema si riduce.

Gli Autori altresì specificano che i fattori genetici sono responsabili solo del 20% della probabilità di longevità e che l’influenza di questi fattori genetici aumenta in età molto avanzata.

Quindi assumono un ruolo importante i fattori ambientali e comportamentali per poter sperare di arrivare a limiti di longevità molto elevati.

Lo studio appare quindi di estremo interesse e riconsidera in termini positivi la maternità in tarda età. Ma attenzione! come è stato detto si parla di fascia di età compresa tra 33 e 37 anni per l’ultimo figlio.

La gravidanza in età più avanzata (oltre i 40 anni) espone la donna a rischi superiori, sia di tipo genetico per eventuali alterazioni cromosomiche, sia di tipo fisico.

Ben venga anche la gravidanza oltre i 40 anni, ma comporta sicuramente una maggiore attenzione da parte dello specialista ginecologo nei confronti della propria paziente.

Autore

marcellosergio
Dr. Marcello Sergio Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1988 presso la Sapienza roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 40414.

4 commenti

#1
Utente 344XXX
Utente 344XXX

Per la legge del contrappasso, i loro compagni/mariti quanti anni di vita perdono?

#2
Dr. Marcello Sergio
Dr. Marcello Sergio


Gent. utente 344617,
interpreto questo suo commento come una battuta ed apprezzo l'ironia, condivisibile, facendo parte della squadra degli "ammogliati" :))
Dato peraltro scientificamente provato essendo l'aspettativa di vita in Italia per gli uomini quasi 80aa e per le donne quasi 85aa (dati OMS 2014).

Non me ne vogliano le gentili lettrici, ma... si fa per scherzare! :)

#3
Utente 154XXX
Utente 154XXX

Ho appena compiuto 50 anni e il mio bimbo ne ha compiuti 3,é stata una splendida gravidanza naturale,cosí come il parto. Non so come interpretare i risultati dello studio... O vene bene o male male(come si dice in Toscana)!
P.S. Non vuol saperne di mollare il seno!

#4
Dr. Marcello Sergio
Dr. Marcello Sergio


Gent. utente 15486,
grazie per la sua testimonianza e complimenti per la sua splendida gravidanza!
Sicuramente le prospettive di longevità ci sono tutte! piuttosto dovrebbe cercare di staccarlo dal seno!

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Guarda anche gravidanza 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati