Anche Chiara Ferragni indossa la mascherina chirurgica, che purtroppo è diventata l’accessorio “must” della stagione. Vediamo insieme quale maschera scegliere e come indossarla correttamente.

Mascherina chirurgica

La mascherina chirurgica è costituita da tre veli di tessuto non tessuto, con caratteristiche diverse. Quello più superficiale è idrofobo, e ha lo scopo di respingere le particelle d’acqua. Va tenuto verso l’esterno: vale a dire, il blu va davanti e non a contatto con la pelle.

Lavate le mani prima di indossarla.

Il sopra della mascherina è segnato da un ferretto, appena si indossa questo ferretto va modellato sul naso in modo da far aderire correttamente la mascherina al viso.

I lati della mascherina devono aderire il più possibile al volto, aggiustate quindi i lacci o gli elastici in modo da avere una buona adesione. In commercio ci sono anche dei gancetti per evitare segni o dolore dietro alle orecchie. Se ai lati della mascherina potete inserire tranquillamente un dito, vuol dire che non la state indossando bene.

Il naso va dentro, è ovvio, ma da quello che si vede in giro non sembra.

Respirate tranquillamente, senza iperventilare. Bisogna abituarsi alla sensazione, che non è confortevole.

Comportamenti che ne riducono l’efficacia sono: toccare la mascherina, spostarla, metterla e toglierla. Non va fatto.

Si mette quando si esce di casa, si toglie quando si rientra in casa: ci si lava le mani, si toglie toccandola dai lacci, si butta.

 

Non sono riutilizzabili, le procedure di sterilizzazione che circolano in rete non sono approvate ufficialmente (ad esempio spruzzarle con soluzione di alcool al 70%). Almeno ora le mascherine si trovano più facilmente e non serve metterle da parte.

In conclusione fate come Chiara Ferragni: indossate la mascherina chirurgica, lasciate le maschere filtranti (FFP2 e 3) al personale sanitario dei reparti a rischio.

Non serve una maschera filtrante per andare a fare la spesa, per di più la maggior parte delle maschere filtranti in commercio è tarocca e con marchio CE contraffatto. Quindi probabilmente valgono meno di una chirurgica.

Infine, è inutile portare una mascherina di qualsiasi tipo, se non si rispettano le regole del distanziamento sociale, che è la vera protezione.