Amnèsia: la marijuana al sapor di eroina

Dr.ssa Teresita ForlanoData pubblicazione: 01 giugno 2014

La camorra ha immesso sul mercato italiano Amnèsia, una potentissima variante della marijuana che crea rapida dipendenza e pericolose amnesie.

Amnèsia, è la nuova droga dello sballo arrivata in Italia, ma non va confusa con la Haze, venduta legalmente in Olanda.

Amné o Amnèsia, è una potentissima variante della marijuana ottenuta spruzzandola con metadone, eroina e sostanze chimiche per potenziarne l’effetto psicotropo.

In verità Amnèsia è già spacciata in tutta Italia, e in particolar modo in Campania, dal 2012. Non ha nulla in comune con Amnesia Haze, una rinomata qualità della cannabis geneticamente modificata, usata nei coffee shop d'Olanda.

Tra Amnesia Haze e Amnèsia c'è solo assonanza di nome e, ovviamente, il principio attivo della cannabis. La differenza la fanno le sostanze psicoattive e stupefacenti che fanno dell'Amné una droga molto pericolosa. Tagliando la marijuana con il metadone, l'eroina e addirittura l'acido di batteria, la sostanza che ne viene fuori provoca grave amnesia, caratterizzata da perdita di memoria momentanea, mancanza di concentrazione, attacchi d'ansia e paranoia.

E’ una droga devastante per il cervello e la psiche, crea rapidissima dipendenza in chiunque la assuma. Eppure, la marijuana, e quindi anche l'Amnèsia, viene considerata una "droga leggera", anche quando contiene eroina.

Nel pomeriggio di venerdì 30 maggio, nel giro di un paio d'ore, la Cassazione ha dato il via libera alla riduzione delle pene definitive per gli spacciatori abituali di "droghe leggere", ai quali non erano state concesse le circostanze attenuanti prevalenti sulla recidiva dopo il giro di vite, introdotto dalla Fini-Giovanardi; il motivo reale è la mancanza di spazio nelle carceri, quindi, si inizia a far uscire i “meno pericolosi per la società”. Alcune migliaia di persone in cella, dunque, potrebbero presto uscire dalle prigioni.

Può la marijuana essere definita "droga leggera"? Per molti sì. E la Amnèsia? Con la nuova legislazione sì, anche se è imbevuta di eroina e metadone.

Raccontava un ragazzo diciottenne al Mattino:" Ti fa scordare tutti i guai...".

"La camorra usa sostanze tossiche per portarti alla dipendenza", hanno spiegato due ragazzi napoletani ai microfoni di AnnoUno, "perché i loro chimici spruzzano varie sostanze sull’erba che ti rendono impotente. Il prezzo, ovviamente, è molto più alto".

"La fumo perché sapore e odore sono buoni, poi ti trovi in un altro mondo e dimentichi tutto", racconta un altro ragazzo, "e anche se guadagno solo 650 euro al mese ne spendo 60 alla settimana in Amnèsia".

 

 

Fonte: Studio News 24. Cronaca

 

 

Autore

teresitaforlano
Dr.ssa Teresita Forlano Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Laureata in Psicologia nel 2006 presso Seconda Università Napoli.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Campania tesserino n° 3746.

5 commenti

#1
Utente 356XXX
Utente 356XXX

Che turpiloquio immonde. Oltre al buonismo cosa c'è in questo articolo? Sono riportati dati analitici che confermano la presenza di tali oppiacei? No.
Cito "amnesia, caratterizzata da perdita di memoria momentanea, mancanza di concentrazione, attacchi d'ansia e paranoia" tali effetti sono quelli collaterali di questa 'terribile' droga. Come fa a discriminare tali effetti dagli effetti cannabis non contaminata? Quella lista di effetti negativi è perfettamente applicabile agli effetti del THC. Come può dimostrare che sono gli oppiacei a creare tali effetti (ma mi dimostri prima che gli oppiacei sono effettivamente contenuti in questa famigwrata droga)? Con la disinformazione non si combatte la droga. Si perde solo di credibilità

#2
Utente 367XXX
Utente 367XXX

Caro Utente 356077,
sono un fumatore di "marjuana" da circa 15 anni e ti premetto che consumo solo droghe leggere, e non fumo erbe e fumi del cavolo da molto, fumo esclusivamente amnesia, lemon, purple, nero...ecc.
Sostanze molto costose perchè ritenute ottime.
Detto questo, ci tengo a metterti al corrente che dalle mie analisi delle urine, fatte circa 1 mese fà per motivi sportivi, dopo aver chiesto l esito dell esame tossicologico, mi è stato fatto presente che nelle mie urine erano presenti minime dosi di THC, principio attivo delle suddette sostanze e dosi massicce di oppiacei sintetici e derivati quali : metadone , morfina, eroina e alucinogeni vari. Cosa che mi ha portato a smettere di fumare....perchè se pur pagando tanto trovi queste skifezze...non voglio pensare a cosa possano contenere sostanze più a buon mercato. Il mio consiglio non è di smettere ma di informarti meglio, senza difendere a spada tratta la tua amata erba...che tanto erba non è! Se tu andassi ad analizzare quello che fumi prima di lasciare commenti in giro per i blog magari la prossima volta penseresti di più prima di dare contro a ki stà semplicemente cercando di aprirti gli occhi e di salvarti il di-dietro. :D

#3
Utente 367XXX
Utente 367XXX

Se ci tieni così tanto ai dati analitici contattami pure...sarò lieto di mostrarti le mie analisi :D

#4
Ex utente
Ex utente

Vivo a Napoli e ti posso confermare che in giro ci sono delle erbacce veramente tremende.
Quelli che hanno trovato l'erba addizionata con il metadone sono quelli fortunati.
Bisogna però pur dire che l'articolo utilizza semplicemente la droga ed il suo effetto dannoso per criticare il lavoro della Corte di Cassazione (ambiente che, in quanto giuridico, è di altra competenza) stigmatizzando tutta una categoria di persone.

Il problema è che semplicemente l'articolo non è vero ed è effettivamente una provocatoria propaganda poichè, cito testualmente: "Può la marijuana essere definita "droga leggera"? Per molti sì. E la Amnèsia? Con la nuova legislazione sì, anche se è imbevuta di eroina e metadone."

Tuttavia, secondo le conversione in legge Decreto Legge 20 marzo 2014, n. 36 persino "inserimento di tutte le droghe sintetiche riconducibili per struttura chimica o effetti tossicologici al tetraidrocannabinolo (Thc) - principale principio attivo della cannabis - nella tabella I sulle droghe pesanti".

In più vi è un ignoranza di mala fede poichè, la Guardia di Finanza, non stabilisce l'inserimento della sostanza all'interno delle tabelle sulla base del nome riferitogli dallo spacciatore, immaginatevi! Vengono eseguite analisi chimiche per determinare, non la sostanza in se, ma il principio attivo contenente.

Bisogna documentarsi, altrimenti un articolo sensazionalistico ha la meglio sul serio giornalismo.

#5
Dr.ssa Angela Pileci
Dr.ssa Angela Pileci

Ciao Teresita, potresti gentilmente riportare il link della fonte per cortesia?

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche droga 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa

Contenuti correlati