Buonasera dottore. mio figlio ha da poco compiuto 4 anni. vorrei chiedere un suo parere

Buonasera dottore.
Mio figlio ha da poco compiuto 4 anni e circa 2 mesi fa l'ho portato da un otorino per farlo visitare in quanto avevo notato le tonsille ingrossate e dopo la visita la sua diagnosi è stata"RINITE PERSISTENTE ED IPERTROFIA TONSILLARE".
Mi ha dato come cura aerosol nasale con Cortisone Fluibron e Antibiotico per 6 mesi alternando una settimana si e una no.
Ho notato che nonostante la settimana che fa la terapia cmq gli viene una tosse orribile e stizzosa al piccolo e ascultandoli la schiena sento un sibilo polmonare così in quel momento o gli faccio il ventolin con il distanziatore oppure gli do il bentelan 0.5 che si scioglie in acqua e la situazione si risolve.
Ho richiamato il medico spiegandoli la situazione e dicendoli che nn posso andare avanti a dare cortisone al piccolo e mi ha aggiunto lo Zirtec 10 GG ogni sera per 1 mese e poi una sera si e una no fino al controllo che dovrei farlo a gennaio.
Ora...la mia domanda è questa.
Nn potendoli fare al momento le prove allergiche sia per il periodo che credo nn sia giusto ma anche perché ha solo 4 anni... può essere una reazione allergica?
E come mai nonostante questo mix di farmaci continua ad avere soprattutto dopo che corre e suda da matti al parco (che è pieno di alberi) questa tosse orribile che mi costringe a portarlo a casa e fargli la terapia prevista?
Da considerare il fatto che io sono allergica ai cipressi in particolar modo e altri tipi di alberi in maniera più leggera...il mio compagno è allergico ai peli del gatto ed altre allergie più lievi e mio fratello si da piccolo usava anche lui il ventolin per allergia a pollini e polvere.
Mi può dare un suo parere?
Al piccolo cmq prende solo con la tosse che diventa sempre più stizzosa se nn faccio qualche farmaco e poi si risolve.
Ma vorrei sapere se passerà o si porterà a vita questa cosa costringendolo ad usare spesso o cortisone o ventolin...cosa che ovviamente nn vorrei.
Mi può dare un suo giudizio?
Grazie mille e scusi per la divulgazione del problema.
La ringrazio
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 5.5k 279
Suo figlio ha senz'altro una familiarità per le allergie, con probabile componente asmatica.
Io direi, che se può portarlo a fare una visita pneumologica, sospendendo la terapia in atto almeno 3 gg. prima della visita, sarebbe la cosa migliore da fare. Comunque queste patologie nei bambini piccoli tendono a passare con lo sviluppo

Dr. Claudio Bosoni

[#2]
dopo
Utente
Utente
Va bene dottore. La ringrazio mille per la risposta. Lo porterò al più presto a visita. Grazie mille.
Allergia ai farmaci

Allergia ai farmaci: quali sono le reazioni avverse in seguito alla somministrazione di un farmaco? Tipologie di medicinali a rischio, prevenzione e diagnosi.

Leggi tutto