Il mio medico curante sospetta che ciò sia un effetto dell'anestesia spinale

Buongiorno.
Quattro giorni fa sono stato operato per l'asportazione di emorroidi.
L'intervento è stato effettuato utilizzando l'anestesia spinale.
Dal giorno successivo all'intervento mi sono accorto di avere perso totalmente la potenza sessuale.
Parlando col chirurgo, mi è stato detto che ciò probabilmente è dovuto al dolore successivo all'operazione, ma che non dovevo pensarci e che col tempo si sarebbe tutto sistemato. Ora sono passati quattro giorni e il dolore si è notevolmente attenuato ma ancora non riesco ad avere alcuna erezione, né spontanea, né stimolata. Non ho nemmeno erezioni notturne.
Preciso che non ho mai sofferto di questi problemi in passato; ho fatto sesso due giorni prima dell'operazione e non riscontrando alcun problema.
Va aggiunto che sono paziente di neurologia essendo affetto da sclerosi multipla recidivante remittente dal 2002. Assumo interferone per via sottocutanea e non ho alcun problema al momento né di tipo tattile, né di deambulazione.
Il mio medico curante sospetta che ciò sia un effetto dell'anestesia spinale.
Sono un po' preoccupato.
[#1]
Dr. Pierluigi Izzo Andrologo, Sessuologo 28,8k 637 1
Caro Utente,credo che la sclerosi multipla giochi un ruolo important nel determinismo del disagio sessuale che ci trasmette ma che,sottolineo,é un sintomo e non una malattia.La invito, quindi,ad essere paziente e seguire il follow up programmato dopo l'intervento.Cordialità.

Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la cortese risposta.
Come già scritto non avevo alcun sintomo di disfunzione erettile prima dell'intervento. Quello che vorrei sapere è se questo problema così improvviso è da relazionare con l'anestesia e se la situazione è recuperabile. La mia paura è che la puntura eseguita dall'anestesista abbia lesionato alcune strutture nervose compromettendo la sfera sessuale (è possibile?). La mia speranza invece è che tutto ciò sia solo un momentaneo sintomo dovuto all'operazione e che basti aspettare il giusto tempo per riprendere una vita sessuale normale. Il chirurgo che mi ha operato alla mia richiesta di spiegazioni è stato piuttosto scortese, trattandomi come fossi un pazzo e non concedendomi più di trenta secondi. Il mio medico di base non ha idea di quello che sia successo e ipotizza che il problema sia stata l'anestesia. E' per questo motivo che mi vedo costretto a chiedere delucidazioni on line.

Spero in un'altra cortese risposta.
[#3]
Dr. Pierluigi Izzo Andrologo, Sessuologo 28,8k 637 1
...abbia pazienza.Cordialità.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test