Corporoplastica mediante tecnica yachia

Buongiorno a tutti,
mi sono sottoposto 5 giorni fa ad un intervento di corporoplastica utilizzando la tecnica Yachia per correggere un incurvamento del pene verso il basso. I medici mi hanno assicurato che l'intervento è andato bene e sono stato dimesso dall'ospedale dopo 2 giorni. Medicazioni a parte mi è stato detto di prendere per 5 giorni un antibiotico e 20 gocce ci valium prima di andare a letto per evitare erezioni notturne.
Ora, non sto avendo particolari problemi, i dolori sono sopportabili e l'infermiera che mi medica la ferita dice che sta procedendo bene.
Tuttavia, durante la notte mi sveglio con la sensazione di avere erezioni, non ne ho ancora avute complete, sono qualche "accenno" che sono riuscito a controllare. Però la paura che possano verificarsi rimane. Ponendo questo quesito al mio urologo mi ha consigliato nell'eventualità di prendere appena mi succede altre gocce di valium per evitare che succedano.
La mia domanda è, il Valium è il farmaco giusto per evitare erezioni notturne? La quantità di gocce è consigliata? Non vorrei correre il rischio che con l'andar del tempo le erezioni si intensifichino rovinando quanto fatto. Di giorno invece è tutto legato al mio autocontrollo? Quando le erezioni cesseranno di essere un problema?
Sono sempre stato un soggetto abbastanza facile alle erezioni, per cui vorrei capire il modo più efficace per evitare di avere complicazioni.
Il medico mi ha sconsigliato metodi di castrazioni chimica e mi sono fidato del suo consiglio. Chiedo comunque un vostro parere.
Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Caro signore, una borsa di ghiaccio pronta all uopo risolverà immantinente la cosa
[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
intanto grazie per la risposta. Vorrei aggiornare la mia situazione e chiedere qualcosa in più:
Sono a 11 giorni dall'intervento e ho già fatto 2 visite di controllo. L'urologo dice che tutto procede bene e che siamo anche in anticipo sulla tabella: non ci sono edemi, il pene si sta già sgonfiando e la sutura rimarginandosi. Siamo passati ad una bendatura più "semplice" levando la connettivina e mi ha detto di ridurre la quantità di valium che assumo per evitare erezioni notturne dicendo che se dovessero succedere di non spaventarsi e non arginarle necessariamente. Questa mattina ne ho giusto avuto un "accenno" non era completa e a parte un leggero tirare dei punti non ho sentito dolori insopportabili.
La mia domanda è: alla luce dei fatti (nessuna complicazione, no edemi, fase di sgonfiamento, ferita non infiammata e curata) è consigliabile iniziare ad avere qualche erezione (tipo quelle spontanee notturne) o sarebbe bene aspettare ancora?
Non ho fretta di guarire, voglio fare i passi secondo la gamba ed evitare di incappare in incidenti di percorso.
Aspetto vostri consigli.
Grazie in anticipo
[#3]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Qualche erezione assolutamente male non fa
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
Sono a 23 giorni dall'intervento e ho appena fatto la 3 visita di controllo. L'urologo dice che è tutto ok e che posso tornare ad una vita normale aspettando però ancora 1/2 settimane per eventuali rapporti o masturbazione.
Sono tempistiche troppo brevi o sono dettate dal fatto che tutto è andato nel verso giusto?
Non ho ancora tentato un erezione completa, temendo un po' il dolore e non volendo correre troppo.
Altra domanda, sento al tatto i punti di sutura interni, l'urologo mi ha detto che col tempo si sentiranno meno perché verranno "ricoperti" diciamo. Avere rapporti o masturbazione fra 1/2 settimane ne rallenta la guarigione?
Non mi ha più prescritto visite se non a fine anno per un controllo con ecografia. Normale prassi o sarebbe meglio una visita intermedia?
Nonostante le rassicurazioni dell'urologo vorrei chiedere anche un vostro parere per rassicurarmi a mia volta e non incorrere in complicanze.
Grazie in anticipo

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test