Utente 466XXX
Vi ringrazio anticipatamente per il vostro servizio, leggervi è stato veramente d'aiuto. Sono Denny ho 22 anni. Volevo avere opinioni da parte vostra a riguardo di un problema che sto avendo in questo ultimo periodo, cioè la diminuzione del livello delle erezioni e delle dimensioni del pene. Il tutto è iniziato una settimana fa quando facendo normale attività masturbatoria noto difficoltà nel raggiungere un erezione in maniera rapida ma poi la cosa va avanti senza tante paranoie, in serata riprovo ma il pene non raggiunge erezione fino a che non lo stimolo manualmente, ma una volta raggiunta non è ottima e per lo più rimango scioccato dal fatto di vedere un pene molto corto. Da quel momento inizio nei giorni seguenti a non riuscire non raggiungere più erezioni e la percezione come se il pene fosse "scollegato" al resto del corpo e mi sono convinto che purtroppo non fosse dovuto a fattore psicologico poiché il pene che in passato era attorno ai 16 cm è comunque sicuramente misurato ultimamente circa 15 cm (dei quali conservo un ricordo grazie a un momento di intimità condivisa) in quel giorno il pene arriva a 13 cm a fatica e nei giorni a seguire (come poi dirò) pure meno, il tutto misurato con lo stesso criterio e stesso "metro" è oggettivo. Come lo è aver constatato di non avere erezioni mattutine e unica avuta non buona, ma questo non averle anche nei periodi buoni salvo brevissimi periodi top, magari perché sono in altre fasce orarie. Durante la settimana provo alternare periodo di riposo del pene sperando si sistemi io tutto a periodo di maturbazione ma raggiungere l'erezione è difficilissimo, solo con stimolazione manuale e ottenendo risultati pessimi e dimensioni veramente scandalose. Da qui tutte le lugubrazioni e cercare online e leggendo voi ho iniziato a sospettare che si trattasse effettivamente di un problema fisico, e leggendovi ho iniziato a pensare a tutti i problemi nella famiglia di ipertensione, ipotensione ecc ecc.. In questi giorni di stress non solo dovuto a questo fatto ma pure alla mia vita, fatta di giornate ricche di ansia e nervosismo scuriosando ancora online scopro di un vostro iscritto che risponde a un ragazzo che tale problema sia riconducibile allo stress, che la riduzione peniena e proporzionale a questo e che invitatava a continuare attività masturbatoria,così oggi un po' più rilassato noto che il pene raggiunge una buona erezione automaticamente,finalmente come da tempo non accadeva e un ritorno a buone dimensioni attorno ai 14 cm. La domanda è possibile che si tratti di questo? Le variazioni dimensioni del pene sono possibili e se così fosse come detto da quel collega è possibile recuperare le sue dimensioni e suo potenziale? E un lieve bruciore avuto oggi post eiaculazione cosa può essere dovuto, può avere un nesso con il fatto che avevo appena effettuato una depilazione intima con rasoio per la prima volta e magari senza ripulire bene il tutto?Scusate il dilungarsi,spero capirete la preoccupazione.Grazie1000

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,in assenza di gravi patologie degenerative, il pene non può contrarsi di volume.Non alimenti ulteriormente la fantasia e,se non ci riesce, ascolti il parere di uno specialista reale e non virtuale.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it