Utente 385XXX
Salve,
A seguito di masturbazione ho notato microlacerazioni a livello del prepuzio.
Successivamente quest'ultimo è diventato secco, "rugoso" e con l'erezione le lacerazioni ritornano.
Escludo malattia venerea non avendo avuto rapporti o contatti intimi e curando l'igiene personale prima di toccare il pene.
Ho trattato il prepuzio con lavaggio con sapone, normale disinfettante per ferite, poi applicazione di crema idratante o cortisonica.
Tuttavia i sintomi tornano quotidianamente a ogni erezione (dolore/microlacerazioni).
Il cortisone è consigliato? Altrimenti che altro trattamento effettuare senza dover prenotare un esame medico (vivo all'estero e non conosco andrologi).
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore, se le cose stanno così si disinfetti con disinfettante non alcolico, poi si faccia vedere che lei descrive un quadro suscettibile di circoncisione
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 385XXX

Grazie, chiamo un medico immediatamente ma non ho fimosi e non ho mai avuto di questi problemi, anche ora riesco a scoperchiare il glande.
Può dirmi se possono servire pomate a base di:
1. bepantenolo

oppure

2. Benzoato di colesterolo e ossido di zinco

[#3] dopo  
Utente 385XXX

Finora (ero in viaggio) ho usato creme idratanti per le mani che sembrano dare qualche beneficio, i fastidi si presentano principalmente scoperchiando il prepuzio.

[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Vanno bene entrambe ma la fimosi non si manifesta solo con difficoltà a evaginaxione del glande, ma anche coi sintomi che lei manifesta.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#5] dopo  
Utente 385XXX

Grazie, il medico ha detto che è una leggera infezione cutanea e mi ha dato un sapone e delle pomate con una prognosi di 15 giorni.
Dice che le pomate che uso non vanno bene perché serve un antibatterico e che devo usare una sapone alcalino.
Avendomi visitato di persona era assolutamente certo della diagnosi, speriamo bene i sintomi non mi sembrano particolarmente gravi.

[#6] dopo  
Utente 385XXX

La pomata antimicotica non ha avuto nessun effetto. Un secondo medico generico ha parlato di herpes, ma non ci sono mai state vescicole.
Con l'erezione e lo sfregamento si aprono micro-lacerazioni a livello ormai non solo di prepuzio ma anche di glande (copertura, non interno) ed asta.
La pelle anche dell'asta è in certi punti ruvida, con queste micro-lacerazini, non ci sono altri segni (no vesciche o altro).
Sto trattando con clorexidina, antivirali contro l'herpes e pomata antivirale da 24 ore, per ora senza remissione dei sintomi. Lunedì vado in ospedale a vedere uno specialista.
Il prurito e il bruciore (che si manifestano dopo l'applicazione della pomata o manipolazione del pene) stimolano la zona genitale causando un leggero ingrossamento attorno ai testicoli (sopra le gonadi) e obbligando a masturbazione.
Questa immagine (non mia) può dare un'idea, solo che non ci sono macchie rosse ma micro-lacerazioni (non solo sul prepuzio) arrivate fino a 1 cm di lunghezza:

https://www.iblogdialessioempoli.it/wp-content/uploads/2016/01/47-296-K.jpg

Le lacerazioni tendono a chiudersi con crema idratante o antimicotico.