Utente 483XXX
Buonasera,
Cercherò di essere il più breve e chiara possibile..
Ho una storia da qualche anno con un uomo e devo dire che abbiano sempre avuta una grandissima intese sessuale.
I rapporti non avvengono spessissimo in media una volta al mese, anche se ci vediamo spesso e ci "stimoliamo" molto.
Ultimamente la durata del rapporto sessuale si è ridotta moltissimo, perché ad essersi drasticamente ridotta è la sua durata.
Io non ne faccio un problema, ma vedo che lui ne soffre molto, se riproviamo ad avere subito un secondo rapporto invece, il problema diventa l'erezione.
Vorrei da voi un parere su come posso aiutarlo, è una persona molto timida e riservata e trova molta difficoltà anche a parlarne.
Ho paura che sia un calo di desiderio nei miei confronti o che, questo problema alla fine lo porti ad allontanarsi da me.
Ci tengo molto e non vorrei perderlo e, soprattutto, non lo voglio vedere più triste per questa situazione.
Aspetto una vostra gentile risposta.
Grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Salve, quando un uomo ha deficit erettili e/o eiaculazione precoce le cause possono essere molteplici: vascolari (arteriose e/o venose) , endocrine, neurologiche, farmacologiche, psicogene, ecc.
Prima di pensare a un calo del desiderio per eventuali problemi di coppia, bisogna escludere le cause organiche.
È necessario fare un ecocolordoppler penieno (indagine strumentale che indaga sulla funzionalità arteriosa e venosa dei corpi cavernosi del pene) per escludere occlusioni arteriose o fughe venose. ...
Escludere la presenza di diabete.
Escludere la presenza di deficit di testosterone.
Escludere dislipidemie
Escludere la presenza di farmaci che hanno come effetti collaterali deficit della libido ed erettili.
Per cui le consiglio di aiutare il suo compagno (gli uomini s'imbarazzano spesso ad affrontare tali problemi ) a scegliere un andrologo che dopo attenta anamnesi prescrivera' esami del sangue, ecocolordoppler penieno..ecc.
Nel caso in cui non ci dovessero essere cause organiche allora si potrà passare alla fase successiva : psichiatrica /psicoterapeutica ...con sedute individuali e/o di coppia.
Ovviamente anche se la causa fondamentale fosse organica ...ad essa si aggiunge l'ansia anticipatore da prestazione che contribuisce alla eiaculazione precoce e al deficit erettile.
Dialogare essere complici per affrontare la situazione senza farne un dramma...perché comunque sono problemi che si risolvono.
Buona serata
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria Psicoterapeuta
Medicina Estetica

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Grazie mille per la risposta!
Da quelle poche battute che abbiamo scambiato lui ha tenuto a sottolineare che nei miei confronti prova ancora una grande attrazione. E che questo è solo un momento dovuto allo stress del momento (ha dei problemi sul lavoro).
E mentre aspettiamo un' eventuale visita e/o esami, come posso evitare o diminuire (sempre se è possibile) l'ansia da prestazione?

[#3] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
In genere gli uomini danno sempre la responsabilità allo stress al lavoro....
Si chiama "negazione" ...un meccanismo di difesa per non affrontare ciò che fa paura.
Sicuramente lo stress non aiuta. ...ma è anche vero che una sessualità sana nell'ambito di una relazione affettiva è il più potente rimedio contro lo stress della vita....e ciò vale per gli uomini e per le donne.
Per cui garbatamente come lei va a fare un controllo ginecologico che lui faccia un controllo andrologico. ...andate insieme.
E cercate di ritrovare l'innocenza il gioco e la complicità. ..uscendo dalla routine....
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria Psicoterapeuta
Medicina Estetica