Fermarsi prima dell'eiaculazione a alla fine non eiaculare

Ciao faccio questa domanda perchè alcune volte mi capita di masturbarmi e poi fermarmi prima di arrivare, magari mi masturbo anche 5 minuti e mi blocco 5 o 6 volte.. non blocco l'eiaculazione forzatamente semplicemente mi fermo quando avverto lo stimolo.. e poi non eiaculo magari perchè il giorno dopo mi devo vedere con la ragazza e voglio arrivare più carico. Questa cosa che faccio è una pratica da evitare o che mi possa creare danno al mio apparato? Ho letto che può creare danno alla prostata quindi vorrei sentire il parere di voi esperti
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

quello che ci scrive non sembra indicarci una situazione e "prospettiva clinica" drammatica.

Le ricordo che vi sono alcuni indirizzi culturali e filosofici, che giungono dal nostro estremo oriente, che consigliano queste procedure di "risparmio" del liquido seminale.

Che dice il suo andrologo di fiducia?

Detto questo si ricordi poi che sempre la visita medica in diretta rappresenta il solo strumento clinico per poterle dare un’indicazione comportamentale corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri e semplici suggerimenti .

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, quindi sempre prendendolo come un suggerimento via internet posso continuare a masturbarmi senza arrivare ad un eiaculazione? perché avevo letto che facendo cosi favorisco una distensione delle vie seminali a cui non segue una eiaculazione e che poteva fare male.. quindi avrò capito male?
[#3]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

le ripeto che cosa le ha detto a questo proposito il suo andrologo di fiducia?

Ancora un cordiale saluto.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, ho 23 anni non ho ancora un andrologo di fiducia.. questo è solo un mio dubbio che sicuramente lei con le sue competenze me lo saprà risolvere.. quindi se per favore mi può rispondere alla mia domanda precedente
[#5]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Le mie considerazioni generali glielo già date ma il suo dubbio specifico e particolare purtroppo può essere risolto per bene solo dopo una precisa e completa discussione, sempre dopo una valutazione clinica diretta, con il suo specialista di riferimento.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio