Utente 472XXX
Ho letto molto del materiale contenuto in questo sito sulla eiaculazione precoce. Ho letto, fra l'altro, che la eiaculazione precoce si definisce come una incapacità da parte dell'uomo di effettuare il controllo VOLONTARIO sull'eiaculazione. Questo, cosa significa? Che l'uomo affetto da eiaculazione precoce eiacula senza quasi accorgersi del momento nel quale inizia l'eiaculazione? E che, in pratica, la eiaculazione lo coglie quasi di sorpresa? Grazie per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

esatto, ha perfettamente centrato la questione.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare, se non ancora letti, anche questi articoli, pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html

ed ancora mi ascolti a questo link:

https://www.medicitalia.it/public/video/pillole-salute/37-eiaculazione-precoce-beretta-27-02-14.mp3

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 472XXX

Grazie dottor Beretta per la risposta. Quindi, sempre se ho ben compreso, non è detto che chi è particolarmente "breve" nel raggiungere il punto in cui avverte di poter eiaculare sia sempre affetto da eiaculazione precoce! Mi spiego meglio: se si avverte la necessità di eiaculare dopo pochi minuti (uno o due) ma si è comunque perfettamente in grado di accorgersi del momento in cui si sta per arrivare al punto di eiaculazione e se, insomma, la eiaculazione NON coglie all'improvviso senza neppure accorgersene, si può lo stesso parlare di disfunzione da eiaculazione precoce? oppure solamente di eccessiva rapidità nel raggiungere il punto di orgasmo? Grazie

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La differenza è certamente molto sottile; senta ora in diretta il suo andrologo di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com