Utente 390XXX
Gentili dottori,

Sono un ragazzo di quasi 23 anni e spero che mi aiuterete a capire se i miei sintomi sono ansiosi o organici.
Premetto che sono un tipo ansioso e ho sofferto di attacchi di panico (agorafobia) e ansia generalizzata da cui sono appena uscito grazie ad una cura con Dropaxin (il problema che vi descriverò lo avevo anche prima della terapia che comunque adesso è molto bassa e la sto interrompendo, 15 gocce al giorno).

Nonostante riesca a raggiungere sempre l’erezione, durante i rapporti sessuali (penetrazione) ogni tanto (non sempre) mi capita di non sentire piacere, o meglio, lo sento solo all’inzio ma dopo poco il pene è come se si “abituasse” allo stimolo che riceve dalla vagina e invece di eccitarmi ancora di più inizio a perdere interesse, non riesco a lasciarmi andare, mi stufo. Di conseguenza quando mi succede ciò riesco a raggiungere l’orgasmo solo tramite sesso orale o masturbazione (a meno che non abbia perso del tutto la voglia) e in ogni caso molto difficilmente perché perdo proprio interesse.

Io riesco comunque a dar piacere alla mia ragazza, perché l’erezione riesco a tenerla finché non mi stufo o mi stanco ma quando mi capita è come se fossi impassibile a quello stimolo... come se avessi un blocco interno, quasi come se non mi piacesse il sesso anche se mi piace molto.

Stesso discorso mi capita se durante certe posizioni (io sopra di lei) inizio a sentire stanchezza muscolare alla braccia dovuta alla posizione prolungata, la mia mente inizia a concentrarsi solo sul dolore alle braccia e perde interesse nello stimolo sessuale.

Secondo voi potrebbe essere un problema fisico o è tutto frutto della mia mente ansiosa?
La mia salute generale è buona, faccio ogni anno esami del sangue complete, ecg tutto ok, pressione ok, soffro solo di tensioni muscolari alla schiena e collo ma non credo che dipenda da quello.

Vi pongo cordiali saluti e grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quello che ci scrive farebbe pensare soprattutto a problematiche di ordine psicologico, relazionale, comportamentale ma ora bisogna ridiscutere il suo problema clinico in diretta con esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 390XXX

La ringrazio dottor Beretta,

Infatti se fosse un problema organico non dovrebbe presentarsi sempre e in ogni circostanza?
A me va e viene a seconda del periodo.

Cordialmente.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questo può essere un altro elemento da ben valutare sempre con il suo andrologo.

Detto questo, si ricordi comunque che sempre la visita medica in diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com