Utente 426XXX
Buongiorno dottori,

Dopo anni di sofferenza per questo strano problema che mi affligge e che mi ha cambiato la vita in peggio, scrivo in questo sito per parlarne nella speranza che qualcuno possa davvero aiutarmi.
Accade questo: dopo aver avuto una polluzione notturna o masturbazione il mio corpo e mente vanno in tilt, accuso i seguenti sintomi, sin da subito inizio ad avere gorgoglii alla pancia, e forti sintomi influenzali (forti riniti, fastidio al naso, sinusiti, bruciore agli occhi, otiti, ecc), dolori muscolari, mal di gola, male alla nuca/collo, problemi cognitivi, non riesco a ragionare, confusione generale. Dopo anni che 'studio' su me stesso questo fenomeno, ho deciso di parlarne anche col mio medico curante, che però non ha capito per niente la situazione poichè pensa sia un problema attribuibile alla psicologia. Ma vi assicuro gentili dottori che questo tipo di reazione non è un fatto psicologico. Non saprei dire se si tratta di un'allergia al proprio seme, o altro... Vorrei solo capire se qualcuno mi crede, se conoscete casi simili, se posso essere aiutato, visto che sto davvero male in quei momenti! ah.. dimenticavo, i sintomi persistono per GIORNI, spesso uso FANS per tamponare i sintomi, i dolori... ma non posso ogni volta ricorrere ad oki, momendol, tachifludec, tachidol, magnesio, aspirine, vivinC e altri medicinali, anche perchè i sintomi durano ogni volta almeno come minimo 24 ore, e praticamente più tempo passa dalla polluzione e meglio sto. Parlo di polluzioni perchè evitando di masturbarmi ho riscontrato piccoli benefici, ma non posso gestire anche la sfera notturna naturale. Ultimamente quando sto così male solo il riposo assoluto mi da qualche beneficio.
Spero che qualcuno possa indirizzarmi verso una soluzione perchè la mia non è più vita..
Attendo risposta,
cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Lei sta descrivendo una grave sindrome post-orgasmica. La sindrome post orgasmica è psicogena: la diagnosi tocca a noi non a lei.
Il tratto psicologico è evidente: ci ha studiato in solitudine per anni, se avesse avuto male ad un orecchio ci sarebbe andato subito dal medico.
Per cui siccome la diagnosi per internet non si fa, si fanno solo ipotesi (come la precedente), il suo accorato appello casca nel vuoto se non si fa visitare da esperto collega.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org