Utente 495XXX
Salve, ora ho 23 anni e sono in buona salute. Quando avevo 14 sono stato operato per ginecomastia bilaterale e tenuto sotto osservazione fino ai 18 anni per la sindrome di klinefertl. Da poco ho ritrovato un'analisi genetica con il risultato ":la valutazione del numero dei repeat nucleotidici (CAG) del recettore androgeno (AR) ha fornito il seguente risultato : genotipo 18" e volevo sapere cosa significasse. Se effettivamente ho questa sindrome. Inoltre se da questa analisi genetica si potesse capire se sono fertile o meno. Grazie e cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quello che ci scrive non indica una sindrome di Klinefelter.

A questo proposito si legga questo mio articolo, pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/2387-sindrome-klinefelter-importante-diagnosi-precoce.html

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 495XXX

Ho letto l'articolo e ricordano i sintomi erano quelli della sindrome, il tutto fu scoperto dal ipogonadismo. Ho fatto anche cure ormonali, una che ricordo credo che fosse con la bioarginina. Solamente che volevo sapere cosa significasse quel risultato "genotipo 18"

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Incomprensibile e non collegabile al suo "sospetto" di sindrome di Klinefelter.

Senta o risenta ora in diretta il suo medico di famiglia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com