Utente 501XXX
Gentili dottori,
scrivo in merito ad un problema di mio marito (classe 1965) che si e' accentuato negli anni.
Mio marito presenta un liquido seminale che e' stato sempre oscillante verso il basso, con caratteristiche di OAT da media (inizialmente) a severa e, negli anni (partiamo dal 2004), e' andato velocemente peggiorando: prima qualche milione(2004), poi qualche centinaia di migliaia (gia' nel 2007), fino ad arrivare all'attuale situazione di quasi azoospermia (nell'ultimo spermiogramma di qualche mese fa 80 spermatozoi).

In questi molti anni ha fatto periodicamente tutti gli esami del caso (gli ultimi tra ottobre e dicembre 2017), visto sia da andrologi di centri infertilita' sia di unita' di andrologia come Santa Chiara di Pisa e Careggi di Firenze.
Il profilo ormonale e' stato sempre nella norma (solo il testosterone e' sempre risultato bassino). L'FSH e' stato sempre circa 5 fino al 2010.
Volume testicolare regolare.
Le ecografie testicolari e prostatiche non hanno mai evidenziato nulla di particolare che motivasse la sua situazione.
Niente varicocele, spermiocolture negative.
Insomma non siamo mai riusciti a capire il perche' di questa situazione.
Il volume dell'eiaculato e' sempre stato inferiore ai 2ml, anzi, il piu' delle volte inferiore ad 1ml (0,6-0,7 ml).

Il punto e' che da qualche anno (almeno 2-3 direi) nei rapporti sessuali anche se sembra vicino all'orgasmo, l'eiaculazione non arriva (e non abbiamo problemi di affinita').
Va meglio con la masturbazione nel senso che raggiunge l'orgasmo, ma anche in questo caso l'eiaculato e' praticamente inesistente.

Le uniche variazioni degne di nota dell'ultimo controllo qualche mese fa sono state l'FSH che e' risultato aumentato a 10, e l'emoglobina glicata di poco sotto il limite inferiore, che non gli era mai stata richiesta in precedenza (lui e' normopeso, ma la madre ha avuto il diabete di tipo 2).

La mia domanda e' la seguente:
Non e' mai stata ipotizzata la possibilita' di eiaculazione retrograda, gli esami che ha fatto (in particolare mi riferisco alle ecografie) sono sufficienti ad escludere questa possibilita', o, in tutti questi anni i preziosi spermatozoi necessari per le numerose ICSI che abbiamo dovuto affrontare con quei rari che si trovavano nell'eiaculato, semplicemente di trovavano nelle urine?

Io ho ancora degli ovociti congelati nel 2006 e vorrei sapere se per noi ci sono nuove strade da indagare.

Grazie mille per la pazienza

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
la mancata eiaculazione del marito non ha a che fare con le alterazioni spermatiche. Se durante il rapporto l' eiaculazione manca ma c' è con la masturbazione il problema potrebbe essere psicologico. Il condizionale è d' obbligo. Si rivolga a bravo collega dal vivo.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org