Utente cancellato
Buonasera,
avrei la seguente domanda: vorrei sapere se l'assunzione di finasteride da 1 mg per due-tre anni ogni sera (ma con periodi di sospensione di qualche giorno ogni mese) possa produrre danni irreversibili alla motilità degli spermatozoi, danni che perdurino anche 2-3 anni dopo la sospensione della finasteride.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ad oggi vi sono tre “case reports” (in tutto cinque pazienti infertili) dove si segnala che la Finasteride a 1 mg una volta al giorno è associata ad un ulteriore danno della loro fertilità.

In tutti questi pazienti comunque si ha un miglioramento dei parametri seminali dopo tre mesi dalla sospensione della Finasteride.

Da queste osservazioni si può forse ipotizzare che la Finasteride altera la spermatogenesi specialmente in quei pazienti che hanno già un problema di fertilità e quindi bene eventualmente, prima di dare questa indicazione terapeutica, fare una valutazione del liquido seminale, seguita dal dosaggio dell’FSH ed eventualmente da una attenta valutazione clinica andrologica.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
489723

dal 2018
A suo parere un paziente che si sottopone a visite urologiche e che non ha fattori di rischio per l'oligospermia come varicocele, infezioni, consumo di alcol etc dovrebbe comunque sottoporsi ad uno spermiogramma prima di assumere di assumere finasteride?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, questa è generalmente l’indicazione che viene data.

Si legga anche questa mia news:

https://www.medicitalia.it/news/andrologia/3874-calvi-fertili-effetti-finasteride-fertilita.html

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com