Utente 499XXX
Buona sera,
Ho 40 e da alcuni anni soffro di DE.
Come tutti i problemi di questa natura mi hanno causato ripercussioni nella sfera sessuale.
Negli ultimi due anni ho consultato diversi specialisti che mi hanno dato indicazioni generiche ed alcune volte contraddittorie.
Gli ultimi esami del sangue aprile 2018 non hanno evidenziato problemi di carattere epatico o renale, anche se per circa 2 anni ho avuto i valori del fegato alterati a causa di una Mononucleosi (valori oramai rientrati).
Il primo medico che ho consultato non ha voluto approfondire più di tanto il problema prescrivendomi invece i soliti farmaci: levitra, cialis e poi rabestrom. Attualmente questi farmaci di cui faccio usa hanno un'efficacia alquanto limitata.
Ho voluto quindi approfondire con altri medici; entrambi mi hanno fatto un Color ecodoppler peniano.
Le risultanze sono state le seguenti: il prima ha certificato una riduzione di afflusso di sangue di circa il 20/30% con pene non completamente rigido anche a seguito di 10 cmg di Caverject (nessuna terapia specifica mi è stata proposta).
Il secondo ha riscontrato sempre un pene non completamente rigido anche a seguito di una ignizione di 20 cmg di Caverject, la diagnosi è sata un afflusso sufficiente di sangue, ma una continua fuga venosa imputata alla vena dorsale (al Valsalva). Mi è stata proposta la sclerotizzazione della vena. In seguito ho anche fatto alcuni esami ormonali che hanno evidenziato una Prolattina di tre volte superiore al limite massimo (64 ng/ml).
Prima di aderire all'intervento propostomi verrei un Vs. parere e semmai il nominativo di uno specialista nelle aree di verona e milano.

Ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

esami un po’ contraddittori e soprattutto indicazione terapeutica vetusta e con po’ possibilità di successo.

Detto questo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste problematiche sessuali, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 499XXX

Buon giorno Dottottore, mi scusi la frustrazione !! Ma cosa dovrei fare ? Ho già consultato 3 specialisti; i primi due mi hanno prescritto i soliti farmaci senza voler indagare le cause, il terzo mi ha parlato di fuga venosa proponendomi un'operazione chirurgica che lei definisce vetusta e con scarse possibilità di successo.

Nel suo consulto mi consiglia di vedere un medico, già fatto!!! Le chiedo il nominativo allora di un Suo stimato collega nella zona di Bolzano, sono disposto anche a viaggiare.

Non pretendo indicazioni terapeutiche online, ma se mi dice che ciò che mi hanno detto gli altri medici è contraddittorio e di consultare un medico non mi aiuta.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sulla questione "indicare un collega" le dico che questa non è la sede per una informazione così particolare e non di interesse generale.

Questo quesito è bene porlo, in prima battuta, al suo medico di fiducia e poi comunque, in altre sezioni del nostro sito, può sempre trovare un aiuto più mirato alla sua domanda.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 499XXX

La ringrazio, ma un medico di fiducia non lo ho visto che tre professionisti diversi: uno non vuole dare diagnosi, uno mi dice una cosa ed un'altro un'altra!