Utente 966XXX
Buongiorno.Sono Sandro ed ho 46 anni...Sono padre di una bimba di 6 mesi,e da quando la mia compagnia e' rimasta incinta,soffro di un disturbo di ejaculazione precoce di secondo tipo...Premetto che non ne ho mai sofferto prima.I nostri rapporti sono sempre stati molto frequenti e intensi.Stiamo insieme da quattro anni.Ho sempre pensato di essere una persona con un forte carattere,ma evidentemente non e' così.Sono stato da un Andrologo e ho fatto un tampone uretrale ,un ecografia della prostata ed un altro esame specifico per un mio problema ventennale di pipì molto lenta.Praticamente me la faccio sui piedi...Il risultato e' stato che infezioni non ne ho,la prostata e' "leggermente" ingrossata,ed ho un piccolo nodulo che ostruisce le vie urinarie.Il Dottore mi ha prescritto delle pasticche per qualche mese,per quanto riguarda la pipì,ed uno spray anestetizzante per il glande.Il risultato e' negativo per tutti e due i medicinali.Credo che il mio problema sia psicologico,anche perché la mia ejaculazione e' altalenante.A volte ci metto due minuti,ma a volte mi basta una spinta...Pratico da anni lo Stop and Go,e mi ha dato sempre dei buoni risultati ma ora non riesco a trattenere delle piccole fuoriuscite di sperma.Quando sono veramente carico,riesco a continuare per altri due minuti,ma quando non lo sono ottengo una disfunzione erettile...Questa cosa sta distruggendo il nostro rapporto,e la mia autostima.Come test personale ho anche provato il Sildenafil,e le posso dire che il mio umore e la mia autostima era alle stelle...Non c'era paura o insicurezza...niente...ero Rocco Siffredi...ma il risultato e' sempre lo stesso...Trattengo,esce qualche goccia di sperma...mantengo l'erezione,continuo...trattengo...esce qualche goccia e ......PLOFFF...Chiedo a voi Dottori se e' il caso di provare la Dapoxetina...Ho letto che potrebbe aiutarmi...Non so piu' cosa fare

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non si pasticci e, se la problematica ha una forte componente psicologica, è con lo psicologo che deve avere un incontro mirato per risolvere il suo problema sessuale.

Detto questo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html

ed ancora mi ascolti a questo link:

https://www.medicitalia.it/public/video/pillole-salute/37-eiaculazione-precoce-beretta-27-02-14.mp3

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 966XXX

Grazie della risposta Dottore...Lei pensa che il mio problema sia al 100% psicologico?...Non ci puo' essere un qualche tipo di problema fisiologico...L'unica differenza che noto,e che non riesco a fermarmi in tempo ,come una volta...Mi fermo,mi trattengo al massimo...ma qualcosa esce sempre...Non mi sembra di aver mai sofferto di ansia...

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

queste forme secondarie vanno sempre ben inquadrate e definite prima da un esperto andrologo.

Se ha visto i link suggeriti può ben comprendere quali complessi problemi, anche di natura organica, sono implicati in questa problematica sessuale.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com