Utente 513XXX
Salve e buongiorno.
Sono un ragazzo di 24 anni in buona salute, in passato operato per varicocele sx nel 2012 con tecnica di legatura microchirugica e operato di orchidofissazione, dallo stesso chirurgo, al testicolo dx nel marzo 2017 a causa di frequenti episodi subtorsivi del testicolo con sintomatologia dolorosa.
Vi scrivo poichè a seguito di quest'ultima operazione ho notato una riduzione nella consistenza e della dimensione del testicolo dx, motivo per il quale nel novembre del 2017 mi recai dal medesimo chirurgo che mi operò per un controllo ecocolordoppler il cui referto evidenzia una normalità di entrambi testicoli. Il mio dubbio però sorge poichè le immagini ecografiche fornitemi nel referto mancano delle immagini ecocolordoppler che, invece, mi sono sempre state fornite dal medesimo chirurgo in occasione sia dei controlli pre/post varicocele che prima dell'intervento di orchidofissazione (in queste ultime si evidenziava una ridotta perfusione del testicolo dx probabilmente a causa degli eventi sub-torsivi), ed inoltre le dimensioni del testicolo dx mi pare siano un po' "pompate" (nell'imagine ecografica i diametri sono stati calcolati con punti presi in maniera ben più generosa del controlaterale ed esternamente all'immagine del testicolo).
L'ultimo spermiogramma effettuato risale al controllo post-chirurgico del varicocele nel 2012 e risulta essere totalmente normale (così come lo ero quello effettuato prima dell'operazione) mentre a seguito dell'intervento di orchidofissazione non mi è stato richiesto di eseguirlo. Stesso identico discorso vale per i dosaggi ormonali, effettuati pre e post varicocele ed anche prima della orchidofissazione, risultando tutti nella norma ma anche in questo caso non è stato richiesto un controllo ormonale dopo l'operazione di orchidofissazione.
Allo stato attuale noto il testicolo dx ridotto sia di volume che di consistenza alla palpazione rispetto al controlaterale, inoltre dall'operazione di orchidofissazione ho notato un leggero calo della libido (conduco una vita sessuale assolutamente normale ma avverto una "carica sessuale" decisamente ridotta sia nella vita di tutti i giorni sia nell'atto sessuale vero e proprio senza comunque avere alcun problema di erezione che però a onor del vero raggiungo in maniera spontanea con meno frequenza e più lentamente rispetto a prima).
Inizialmente tranquillizzato dal controllo dello scorso anno, ad oggi ho perso questa tranquillità sia perchè alla palpazione noto questa oggettiva differenza tra i due testicoli sia perchè l'ultimo ecocolordoppler effettuato manca delle immagini ecografiche del doppler ed inoltre spermiogramma e analisi ormonali non sono più state eseguite.
Alla luce di tutto ciò vi chiedo se tale ipotrofia possa spiegare la riduzione della libido e se mi possa causare problemi di infertilità e, nel caso, se fosse possibile un eventuale reintervento per migliorare una eventuale riduzione della vascolarizzazione dovuta al pregresso intervento.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,i dubbi e gli esercizi di fantasia possono essere chiariti unicamente da uno specialista esperto,non certo dal web.Sarebbe stato più logico che ci ragguagliasse in merito ai numeri e le percentuali espresse dallo spermiogramma,cui non fa alcun cenno nel post e,certamente,dipendente dalla sua storia clinica.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it