Utente 464XXX
Buongiorno,
da qualche tempo mi ero accorto di una neoformazione alla base del pene. Il mio medico aveva escluso potesse trattarsi di condiloma, in base a posizione e forma, vista anche la mia non esposizione al virus (la mia compagna con la quale convivo da 5 anni, si è sottoposta più volta a Pap test in gravidanza ed è sempre risultato negativo). Tuttavia nell’ambito di una operazione proctologica mi è stato rimosso come sospetto condiloma e l’esame istologico ha confermato il sospetto, esito:
Losanga di cm 0,8 x 0,4 cm con lesione biancastra di cm 0,4. Condiloma acuminato. snomed 914 005 t-01000 m-76700
Volevo sapevo: con questo codice snomed è possibile sapere il ceppo e la pericolosità del virus contratto ?
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente il codice SNOMED è un sistema internazionale di codifica. Quel codice altro non è che la descrizione sintetica del testo che ha inserito nella domanda. In realtà doveva essere effettuata la tipizzazione (HPV DNA test) sul tessuto prelevato per identificare il tipo e quindi il rischio.
Ne parli con il Collega che ha effettuato l'escissione.

Cordialmente.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#2] dopo  
Utente 464XXX

Buonasera, grazie mille per la risposta e per il suggerimento. Ho mandato la richiesta al chirurgo che ha effettuato l’intervento. Solo un dubbio: si tratta di una rimozione avvenuta in data 14 Novembre con data esito istologico del 26 Novembre, nel caso il test HPV DNA test non sia stato effettuato, ora ci sarebbe ancora la possibilità ? Chiedo anche perché non so se di prassi viene conservato il campione e se comunque è ancora utilizzabile
La ringrazio

[#3] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
se il pezzo è ancora disponibile, si deve vedere con quale metodo è stato conservato. Non tutti i conservanti permettono test successivi. Per questo è indispensabile parlare con il Chirurgo.

Cordialmente.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#4] dopo  
Utente 464XXX

Buongiorno,
Grazie ancora per le risposte, il chirurgo mi ha confermato che possono procedere con il test, ci vorrà del tempo in quanto devono spedire il campione ad un lavoratorio esterno.
Avrei alcuni dubbi:
1) Mi chiedevo se in questi casi sarebbe utile anche una biopsia o se eventualmente viene valutato a fronte dell’esito del test HPV DNA.
2) Da quasi due anni soffro di dolori occasionali (fitte improvvise ed urenti) all’inguine destro. Fatto a suo tempo ecografia e risonanza risultati negativi. Potrebbe essere correlato al contagio da HPV ? (Che ritengo possa essere avvenuto solamente più di 5 anni fa)
Grazie

[#5] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Gentile,
Per effettuare la tipizzazione è sufficiente il tessuto già prelevato. L'infezione da HPV può determinare un aumento volumetrico dei linfonodi inguinali ma ovviamente è necessaria una visita andrologica per stabilirne la reale causa.
Nel frattempo Le consiglio vivamente di avere rapporti sessuali protetti.

Cordialmente.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#6] dopo  
Utente 464XXX

Buongiorno,
La ringrazio per la risposta ed anche per il consiglio, in quanto il mio medico aveva invece escluso possibilità di contagio dopo la rimozione del condiloma.
Quello che non riusco a capire è quando potrei essere stato contagiato, dal momento che posso escludere con sicurezza gli ultimi sei anni, è possibile che a fronte di contagio avvenuto 6 anni fa, il condiloma si sia presentato solo negli ultimi mesi oppure che prima fosse stato talmente piccolo da non poter essere osservato e sia cresciuto di dimensione negli ultimi mesi?
Grazie

[#7] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
Una volta escissa la lesione ed effettuata la tipizzazione sono necessarie penoscopie di controllo nel tempo. Se l'esame è negativo non ci sono problemi di contagio. Ovviamente, se ha una partner fissa con la quale ha avuto rapporti sessuali non protetti prima dell'escissione del condiloma, sarebbe opportuna una visita ginecologica con relativa colposcopia, anche alla luce dei risultati dell'hpv test.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#8] dopo  
Utente 464XXX

Buongiorno,
La ringrazio, sì è il mio caso, a questo punto spero di ricevere l’esito dell’hpv test e a fronte di quello farò fare altre indagini alla mia partner, nonostante recenti visite ginecologiche e Pap test negativi. Eravamo in procinto di cercare la seconda gravidanza e questa questione mi sta destabilizzando.
Solo per cercare di capire le circostanze del contagio, volevo riproporle la domanda relativa alla formazione del condiloma, è possibile che si formi dopo 6 anni dal contagio oppure che la dimensione sia aumentata solo negli ultimi mesi e per qualche anno sia rimasto di dimensioni risortoe ed impercettibili?
Grazie